Cerca

girone a

Civitavecchia, contro la Cimini sarà vietato sbagliare

La formazione di Fronti è attesa da uno snodo che potrebbe rivelarsi cruciale, ma anche per i viterbesi ultimi in graduatoria

20 Aprile 2018

Civitavecchia (©Del Gobbo)

Civitavecchia (©Del Gobbo)

Trasferta che può tracciare un solco netto nella stagione del Civitavecchia. I nero azzurri di Ugo Fronti, reduci da 4 punti incassati nelle ultime 5 giornate, sono attesi a Vignanello dalla Polisportiva Monti Cimini, in riferimento alla 31ª  di campionato nel girone A di Eccellenza.Civitavecchia (©Del Gobbo)


GARA DA NON PERDERE La cosidetta, anomala, sindrome da pareggite, attanaglia da tempo il team civitavecchiese che, innanzitutto, è chiamato paradossalmente ad aggrapparsi anche piacevolmente semmai alla divisione della posta in terra cimina: tradotto è vietato perdere. La lotta per scampare alla 13ª  posizione finale sta assumendo contorni a dir poco fumosi oltre che preoccupanti. Sulla carta, ma solo su quella, la Lepanto non dovrebbe farla franca al Don Orione con la Boreale, mentre l’Atletico Vescovio è atteso al Superga di Ciampino dove la tripla in un’ipotetica schedina può essere spesa. Il Civitavecchia ha appena iniziato un mini torneo a 3 con la Lepanto di Mazza appunto ed il Vescovio di mister Marcangeli. I bianco rossi partono con un handicap di meno due rispetto ai castellani ed ai tirrenici: delle 3 squadre citate una sarà condannata ai play-out, conti alla mano.


PERICOLO EX... Sarà, la 31ª , la domenica degli ex in tutti i sensi. I due Daniele della Cimini, Bricchetti e Sargolini, hanno militato col Civitavecchia ma se per il classe 1995 si è trattato di una breve parentesi con la maglia nero azzurra, lo stesso davvero non si può dire del difensore di origini lombarde che, a via Bandiera, ha indossato anche la fascia da capitano. Per entrambi, non sono stati commiati sereni, quelli dal mar Tirreno: giocheranno per i Cimini certo, ma anche un po’ per stessi. Tra l’altro, Il patron della Polisportiva Torroni, a Dicembre, aveva il sì di Nencione e Gimmelli, pronti a fare le valigie da Civitavecchia destinazione Vignanello. I due top-player sono per fortuna rimasti in nero azzurro e, indubbiamente in termini di punti salvezza acquisiti, il club caro a Iacomelli deve ringraziare entrambi.Di Fiandra insieme al tecnico nerazzurro (©Del Gobbo)


CAPITOLO FORMAZIONE Ugo Fronti è sicuramente in difficoltà nel presentare un undici che, rispecchi la sua idea di calcio. In questi mesi, il tecnico civitavecchiese ha attinto ai validi giovani del vivaio per colmare quei vuoti venutasi a creare a causa dei tanti infortuni che, attanagliano tutt’ora la truppa tirrenica. La pesante assenza dello spagnolo Mazon ha favorito il ritorno al passato, con la coppia Filangeri-Marino a presidio della mediana: occhio che entrambi però sono in diffida. In difesa è rimasto solo Gimmelli come riferimento di esperienza, in attacco Cerroni non sarà della gara coi Cimini causa squalifica. Coco, Figliomeni e Di Fiandra, poco utilizzati da Fronti nelle ultime due gare, sgomitano per una maglia da titolare. Sicuramente non sarà dei 18 Befani nuovamente fermo ai box.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE