Cerca

Il personaggio

La stagione di Flavio Colasanti: tra gol, presente e futuro

Il dieci dell'Almas ripercorre quella che è stata un'annata da incorniciare e soprattutto a livello personale

20 Giugno 2018

Flavio Colasanti (©GazReg)

Flavio Colasanti (©GazReg)

Flavio Colasanti (©GazReg)

La stagione dell'Almas Roma non è passata minimamente inosservata, con i biancoverdi del duo Nulli-Galvanin che spesso hanno regalato inoltre un ottimo calcio, semplice ma efficace, al di là di quelli che poi sono stati gli ottimi risultati sul campo. Un gruppo giovane ma con le giuste motivazioni e quella fame che molto probabilmente ha fatto la differenza. Un'Almas che più volte si è identificata in un giocatore in particolare, mai decisivo come quest'anno nei ranghi biancoverdi. Stiamo parlando ovviamente di Flavio Colasanti, il fantasista tutto fare che tra campionato e Coppa ha messo in fila ben 23 sigilli complessivi. Il numero dieci racconta la propria stagione tra gol, vittorie e soddisfazioni personali, con un piccolo accenno finale su quale potrebbe essere il proprio futuro sul campo. “Sicuramente la nostra è stata una stagione molto positiva. Si è creato un grandissimo gruppo e gran parte delle nostre fortune deriva appunto dal contesto globale. Mister Galvanin e mister Nulli ci hanno messo nelle migliori condizioni per esprimere tutto il nostro potenziale e non era semplice, proprio in considerazione del fatto che hanno dovuto gestire una rosa giovanissima. Abbiamo avuto la giusta fame. Riguardo la mia personale stagione non mi era mai capitato di superare i venti gol tra campionato e Coppa. E quest'anno, se ci sono riuscito, non è soltanto merito mio. É vero che rispetto al passato ho cambiato anche leggermente posizione ed ero io il giocatore che doveva per forza di cose finalizzare, ma allo stesso tempo se non fosse stato per i miei compagni di squadra non avrei avuto questi risultati. Diciamo che ha funzionato l'insieme nella sua totalità. Siamo stati tutti bravi”. Con l'avvento del mercato estivo per Colasanti le richieste e le offerte non mancano di certo, il giocatore è sotto gli occhi di moltissime società ma al momento nulla è stato definito. “Innanzitutto devo parlare prima con l'Almas e capire quali sono le intenzioni del club. Non nego che di chiamate ne ho ricevute diverse ma al momento preferisco soltanto ascoltare”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE