Cerca

la conferenza

Il Montespaccato vivrà ancora grazie a Talento & Tenacia

Stamattina la conferenza di presentazione per illustrare il nuovo progetto dell'Asilo Savoia, che gestirà il club sequestrato alla criminalità organizzata. Il Presidente della Regione Zingaretti: "Abbiamo restituito la Polisportiva ai cittadini onesti"

17 Luglio 2018

Da sinistra Massimiliano Monnanni, Luca Della Casa, Nicola Zingaretti, Guglielmo Muntoni, Alessandro Oliva e Gianpiero Cioffredi © Gazzetta Regionale

Da sinistra Massimiliano Monnanni, Luca Della Casa, Nicola Zingaretti, Guglielmo Muntoni, Alessandro Oliva e Gianpiero Cioffredi © Gazzetta Regionale

La Polisportiva Dilettantistica Montespaccato non cesserà di vivere. Lo storico club di via Stefano Vaj entra a far parte a tutti gli effetti del progetto dell'Asilo Savoia «Talento & Tenacia» e continuerà la sua attività, dalla prima squadra alla Scuola Calcio. L'IPAB presieduto da Massimiliano Monnanni ha accolto con la consueta determinazione la missione affidatagli dalla Regione Lazio, che tramite il proprio Osservatorio per la Legalità e Sicurezza aveva espresso preoccupazione per il destino di un club storico nel panorama romano e per il futuro del patrimonio umano (oltre 600 atleti e 32 operatori tesserati) e sportivo (prima squadra in Eccellenza, Scuola Calcio d'Elite e le giovanili tutte iscritte nei campionati regionali) del territorio. Così, dopo l'approvazione del Tribunale che ha definitivamente dato l'ok all'operazione, stamattina il governatore del Lazio Nicola Zingaretti ha idealmente consegnato nelle mani dell'Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza la società romana per garantirne la continuazione.


Da sinistra Massimiliano Monnanni, Luca Della Casa, Nicola Zingaretti, Guglielmo Muntoni, Alessandro Oliva e Gianpiero Cioffredi © Gazzetta Regionale


L'operazione Hampa Una necessità nata dopo l'operazione delle forze dell'ordine nel quartiere, che ha portato all'arresto di 58 persone e che ha coinvolto anche la Polisportiva, messa sotto sequestro dall'autorità. È qui che la Regione ha chiamato in causa l'Istituzione di via Monza, che ha accettato dopo il via libera dei magistrati. Una decisione che ha scongiurato la sospesione, o peggio la chiusura delle attività sportive, e che avrebbe danneggiato tantissime famiglie del quartiere. Così, grazie al provvidenziale intervento delle istituzioni, il Montespaccato è riuscito ad adempiere a tutte gli oneri economici per garantire le iscrizioni ai vari ampionati di competenza entro i termini previsti dal Cr Lazio e continuare a sviluppare la sua attività in toto.


Massimiliano Monnani e Nicola Zingaretti con la nuova maglietta del Montespaccato

Gli interventi Dopo la breve introduzione di Massimiliano Monnanni, presidente dell'Asilo Savoia e con il quale abbiamo approfondito gli aspetti sportivi a margine della conferenza, è stata la volta di Alessandro Oliva, Amministratore Giudiziario del Tribunale di Roma, a cercare di far comprendere ai presenti l'importanza di un'operazione come quella che riguarda la zona: “La parola borgata a volte lascia intendere degrado, ma questi quartieri sono abitati, nel 99% dei casi, da persone oneste, che lavorano e aspettano segnali come questo per essere orgogliosi del proprio territorio. Lo sport ha una valenza sociale importante, perché forma uomini prima di calciatori, e adesso a Montespaccato ci sono tutte le condizioni per fare qualcosa di importante sotto ogni punto di vista. C'è già riscontro nelle iscrizioni, che non sono diminuite, e la struttura è di primo livello. Speriamo di continuare così e vi lascio con una certezza che mi ha accompagnato per tutta la mia vita: lo Stato e la legalità vincono sempre”. Legalità, una parola che riecheggia in ogni intervento degli ospiti, a cominciare da Luca Della Casa, il Giudice delegato al procedimento giudiziario: “Come avviene da un po' di tempo a questa parte cerchiamo di fare attenzione al territorio della Capitale, perché quando avviene un sequestro la cessazione del servizio colpisce anche i cittadini onesti. Noi cerchiamo di individuare i soggetti idonei per sottrarli alla criminalità e riconsegnarli ai cittadini e da questo punto di vista sono rimasto molto impressionato dall'Asilo Savoia, un'istituzione si occupa di sport ma anche di inclusione sociale dei giovani”. Poi dopo le brevi dichiarazioni di Gugliemo Muntoni - “Il sequesto non deve essere una privazione per il cittadino, ma una risorsa per la società” ha dichiarato il presidente della sezione delle misure preventive del Tribunale di Roma – e del campione del mondo 2006 Marco Amelia - “Orgoglioso e onorato di partecipare a questo nobile progetto come supervisore tecnico” - è toccato al relatore più atteso, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti.



L'intervento di Marco Amelia

Il Presidente della Regione “Voglio immediatamente rassicurare i cittadini del quartiere: non vi lasceremo da soli, Montespaccato è ancora un quartiere difficile” sono state le prime parole del Governatore, prima di passare ai ringraziamenti per il presidente del Municipio Giorgia Castagnetta e dei rappresentanti di tutte le altre realtà che parteciperanno a questo progetto di riqualificazione. “L'operazione contro uno dei clan che operava in questa zona non è isolata, proprio in queste ore le forze dell'ordine hanno un gran da fare anche in zona Romanina, contro un'altra associazione criminale, e anche in questo caso i ben sequestrati saranno riconsegnati ai cittadini onesti che potranno nuovamente usufruirne, finalmente nella legalità – ha continuato Zingaretti – Ringrazio anche la Direzione Investigativa Antimafia, per il suo lavoro di investigazione e repressione di queste espressioni, e naturalmente ringrazio l'Asilo Savoia, che ha risposto positivamente alla nostra richiesta. Una storia simile a quella della palestra della legalità a Ostia: perché legale è meglio. Questa era un'attività destinata alla chiusura, in questo modo diventerà un punto di riferimento per i ragazzi, un luogo di aggregazione giovanile. Oggi viene scritta una pagina di libertà, perché non è vero che vincono sempre i cattivi”. Ha vinto il calcio, ha vinto lo sport. Ha vinto Montespaccato, che può continuare a sognare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE