Cerca

L'intervista

Montespaccato, Guiducci e Minciacchi: "Siamo carichi"

Abbiamo raccolto le sensazioni dei due nuovi compagni di squadra: dopo il connubio con l'Asilo Savoia, c'è voglia di volare

20 Luglio 2018

Minciacchi in azione

Minciacchi in azione

Dopo Boninsegna e Cecchetti, abbiamo raccolto le sensazioni di altri due ragazzi del rinascente Montespaccato. Si tratta dell'ex Audace Niccolò Guiducci e di Gianmarco Minciacchi, già facente parte quest'ultimo dello scorso anno della prima squadra del club di via Stefano Vaj. 


Minciacchi in azione

Niccolò Guiducci non vede l'ora di sistemarsi in mezzo alla difesa del Montespaccato per affrontare gli avversari del prossimo anno: "Sta per cominciare una nuova, bellissima avventura", commenta Guiducci. "Si riparte con la parte più positiva dell'Audace, remeremo tutti insieme nella stessa direzione. Ora vogliamo guardre al futuro. La maggior parte dei compagni li conosco dallo scorso anno: delle persone straordinarie. Grazie all'Asilo Savoia facciamo insieme delle inziative incredibili, siamo molto uniti fra di noi dentro e fuori dal campo. I ragazzi del Montespaccato? Ho visto dei giovani molto interessanti. Ci sono degli ottimi prospetti, che devono ancora rendersi bene conto, secondo me, di che tipo di realtà sia l'Asilo Savoia. Quando avranno capito in fondo di cosa stiamo parlando, ne rimarranno affascinati.  Per quanto riguarda la prossima stagione mi aspetto grandi soddisfazioni: c'è tanta gente che è abituata a fare sacrifici, c'è un mister e uno staff di livello che fremono per cominciare. Sul connubio Asilo Savoia-Montespaccato? Vedere una società del genere rischiare di scomparire è veramente triste, sorpattutto perché c'è tanta gente sinceramente appassionata che ci gira intorno e ci lavora. Per fortuna esisostono realtà come l'Asilo Savoia che prendono a cuore certe situazioni, grazie anche al supporto della Regione Lazio.


Animato dalla stessa curiosità e voglia di fare è Gianmarco Minciacchi, centrocampista che già nella scorsa stagioneGuiducci in occasione della sua presentazione giocava con la maglia del Montespaccato indosso. "Ho delle ottime sensazioni in questo periodo, assolutamente, ho visto dei cambiamenti importanti soprattutto sotto l'aspetto dell'organizzazione: mi ha impressionato la cura nei dettagli che mette l'Asilo Savoia in ogni cosa. I nuovi compagni? Ho fatto un allenamento con loro, lì ho avuto modo di conoscerli. Fra tutti devo dire che Calì è quello da cui mi aspetto di più: non ha certo bisogno di presentazioni uno che viene da una stagione con 31 goal segnati. Il futuro? Mi aspetto una bella annata, visto il gruppo che sta nascendo qui. Personalmente sono molto motivato: voglio fare meglio dello scorso anno e dimostrare quel che valgo."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni