Cerca

La situazione

Civitavecchia, resta l'incognita campo in vista dell'esordio

Al momento si restringono a due le ipotesi per il debutto dei nerazzurri con il Ronciglione: il Giovanni Maria Fattori e lo Scoponi. Più difficile La Cavaccia di Allumiere

29 Agosto 2018

Lo stadio Fattori

Lo stadio Fattori

Lo stadio Fattori

Al campionato manca veramente un soffio ma, il Civitavecchia, non sa ancora dove debutterà Domenica 2 Settembre, alle ore 16, contro il Ronciglione United in occasione della prima giornata del campionato di Eccellenza. Tre opzioni, o meglio tre campi di gioco, potrebbero accogliere la Vecchia nel match coi viterbesi: La Cavaccia di Allumiere, il Felice Scoponi di Tolfa e il Giovanni Maria Fattori di Civitavecchia. Al momento lo Scoponi di Tolfa appare il più papabile in merito ma la dirigenza nero azzurra si augura che, nella giornata di domani, possa arrivare la deroga dalla Federazione per poter disputare la stagione agonistica 2018/2019 a casa, nello storico impianto di via Attilio Bandiera. “Ce lo auguriamo - narra il noto dirigente nero azzurro Fabio Ceccacci - giocare davanti al nostro pubblico per noi è importante, vediamo come evolve la faccenda, restiamo fiduciosi ma anche pronti mentalmente ad emigrare a Tolfa, almeno per questa prima partita, poiché La Cavaccia di Allumiere non è attualmente agibile per le gare del campionato di Eccellenza”. Nel frattempo la squadra ha ripreso gli allenamenti in vista del debutto ufficiale contro una neo promossa. Clima gioviale e allegro nel clan tirrenico in vista dell’evento con la consapevolezza che, partire magari con un successo, può dare ulteriore fiducia ad un gruppo giovane, guidato da un tecnico alla sua prima esperienza tra i grandi: un mister su cui la proprietà, a ragion veduta crede molto, visto l’ottimo operato svolto in questi anni nella cosiddetta “cantera”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni