Cerca

COPPA ITALIA

Grifone, avanti ai rigori: eliminato lo Scalo

Malgrado il pareggio aggunatato nel finale la formazione eretina esce sconfitta ai tiri dal dischetto

12 Settembre 2018

Grifone, avanti ai rigori: eliminato lo Scalo

COPPA ITALIA ECCELLENZA

TURNO PRELIMINARE (RITORNO)

GRIFONE GIALLOVERDE - REAL MONTEROTONDO SCALO 1-1 (8-7 d.c.d.r.)

GRIFONE GIALLOVERDE Pensa 7.5, D'Acunzo 6, Limardi 6.5 (16'st Amendola 6.5), Uggeri 6, Minelli 5.5, Moscetta 5.5, Marra 6.5 (16'st Mancini 6.5), Busti 7, Abbruzzetti 6 (31'st Corradini 6), Martino 6.5, Corrias 6.5 (31'st Visentin 6.5) PANCHINA Nocco, Ladogana, Durante, Maramao, Manganelli ALLENATORE Di Vincenzo

REAL MONTEROTONDO S. Sbraga 6.5, Passeri 6.5, Marini 7, Menicucci 6, Albanesi 6, Sofia 6 (10'st Lalli 6.5), Palma 6 (1'st Francisci 6), Abbondanza 6.5 (25'st Collacchi 6), Nardecchia 6.5, Fiorucci 6 (22'st Lupi 6.5), De Dominicis 6 (1'st Pascu 6.5) PANCHINA Santi, Giuliani, Politanò, Lanzoni ALLENATORE Centioni

MARCATORI Corrias 39'pt (G), Marini 34'st (R)

ARBITRO Colelli di Ostia Lido. 6.5

ASSISTENTI Leonardi di Ostia Lido e Nardini di Ostia Lido

NOTE Rigore sbagliato da Nardecchia al 30'st Espulsi Moscetta al 20'st (per fallo da ultimo uomo), Minelli 28'st (per doppia ammonizione) Ammoniti Busti, Minelli, Lupi, Limardi Angoli 2-4 Fuorigioco 1-5 Rec. 4'st

Sequenza Rigori Lalli (S) Sbagliato (traversa), Martino (G) Sbagliato (palo), Lupi (G) Gol, Busti (G) Gol, Collacchi (S) Sbagliato (alto), Visentin (G) Sbagliato (parato), Nardecchia (S) Sbagliato (parato), Amendola (G) Sbagliato (alto), Collacchi (S) Sbagliato (alto), Manganelli (G) Sbagliato (traversa), Albanesi (S) Gol, Mancini (G) Gol, Menicucci (S) Gol, Limardi (G) Gol, Passri (S) Gol, Pensa (G) Gol, Sbraga (S) GOl, D'Acunzo (G) Gol, Lalli (S) Gol, Mancini (G) Gol, Lupi (S) Gol, Busti (G) Gol, Collacchi (S) Sbagliato (parato), Pensa (G) Gol

Image title


Il Grifone Gialloverde supera il turno preliminare di Coppa Italia imponendosi nella lotteria  dei rigori contro il Real Monterotondo Scalo. Termina con lo stesso risultato dell'andata la sfida di ritorno al "Campo Roma". Una gara sentita tra due formazioni, entrambe rimaneggiate rispetto alla gara del Pierangeli, che nei primi venti minuti non offrono spunti particolari.  Dopo soli sessanta secondi Nardecchia, di prima intenzione, libera con un lancio filtrante Palma, fermato in fuorigioco davanti al portiere. Ottimo il tempo di uscita di Pensa al 16' sull'inserimento di Nardecchia. Il team di Centioni acquista fiducia con il passare dei minuti. Tuttavia, è il Grifone a creare il maggior numero di occasioni: al 22' un'azione congeniata molto bene per poco non porta al vantaggio. Martino converge a sinistra per Limardi, cross sul primo palo e anticipo sotto porta di Abbruzzetti, di poco a lato. Per fortuna dei ventidue in campo, intorno alla mezz'ora, subentra un piacevole venticello a smorzare il gran caldo percepito in Via Farsalo. Ne giova anche lo spettacolo in campo: al 38' di fatto, dopo una fase di stallo, gran numero di Nardecchia che elude due difensori in sourplasse, scheggiando la traversa da posizione defilata, a Pensa battuto. Sul ribaltamento di fronte il Grifone sblocca le operazioni: apertura di Abbruzzetti per Marra, sul cross di quest'ultimo Busti centra il palo dal limite, ma sulla respinta Corrias non ha problemi a depositare in fondo al sacco l'1-0. Tanti cambi ed interruzioni caratterizzano invece una seconda parte di gara decisamente più divertente e nella quale succede un po' di tutto. Al 20' rosso diretto per Moscetta che lascia i suoi in dieci per un fallo ritenuto, giustamente, da ultimo uomo dal fischietto di Ostia. Nemmeno 8' più tardi che il direttore di gara è costretto ad estrarre il secondo rosso per i gialloverdi per somma di ammonizioni, stavolta per Minelli. Al 30' il Real ha l'opportunità di pareggiare i conti dal dischetto con Nardecchia. Dagli undici metri però Pensa si supera salvando anche grazie alla collaborazione di Limardi, reattivo nello spazzare senza fronzoli ed ad evitare il tapin. Il pareggio degli ospiti arriva lo stesso poco dopo: traversone di Lupi sul secondo palo, sponda di Albanesi per Marini e stoccata ravvicinata, in mischia, che non lascia scampo al portiere. L'infinita lotteria dei calci di rigore, dopo ben dodici tiri a testa dagli undici metri e tanti errori da una parte e dall'altra, vede sorridere i ragazzi di Berruti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE