Cerca

L'intervista

Monte Savoia, Adami: "Qui sto crescendo, aspetto le mie chance"

Il giovane difensore a 360 gradi. Dai successi della squadra alla stagione personale, per chiudere con la preziosa sinergia creata con l'Asilo

30 Ottobre 2018

Mario Adami (©Conti)

Mario Adami (©Conti)

Mario Adami (©Conti)

Tre indizi diventano una prova. Le tre vittorie del MontespaccatoSavoia con Cynthia, Monterotondo Scalo e Unipomezia hanno trascinato la compagine romana in vetta alla classifica del girone A. Quella che dai più veniva etichettata alla vigilia come la possibile mina vagante del raggruppamento è divenuta ad oggi già una solida realtà. Non a caso gli azzurri sono usciti da un filotto terribile raccogliendo il massimo dei punti ed ora, con 17 lunghezze in classifica generale, i ragazzi di Belli possono godersi il meritatissimo primato, seppur condiviso con Team Nuova Florida, Valle del Tevere e lo stesso Monterotondo Scalo. Contro l'Unipomezia la squadra romana è andata sotto nelle battute iniziali del match pareggiando poi i conti con il difensore, sempre più goleador, Salvatore Nanci. Nella ripresa l'undici di Baiocco ha provato ad assediare la porta difesa da Tassi ma i giovani azzurri, orchestrati alla perfezione dal veterano Romondini, hanno saputo tener botta fino a sferrare il colpo del ko e neanche a dirlo ci ha pensato il “Duca” Calì al suo 10° centro in campionato. Bene anche chi è subentrato dalla panchina e non era semplice approcciare in un certo modo considerata la rovente posta in palio. Tra questi il difensore Mario Adami, anche lui tra i volti nuovi del Montespaccato della “rinascita” arrivato in estate in prestito dal Monterosi.


“Domenica è stata una prova importante per tutti - esordisce il classe '99 - L'Unipomezia è una gran bella squadra e che ci darà filo da torcere fino alla fine. Siamo andati sotto e per larghi tratti i loro giocatori ci hanno messo in difficoltà soffrendo le loro qualità. Ma con testa, carattere e con il gruppo siamo riusciti a ribaltarla. In settimana stiamo lavorando con metodo e sempre per andare alla ricerca dei tre punti. Questo è un girone strano dove ogni domenica si può perdere e vincere con chiunque, perciò sappiamo che anche la prossima partita col Villalba sarà difficilissima”.


La classifica parla chiaro e, proprio come afferma il giocatore, può accadere sempre di tutto. La vetta è condivisa con altre tre formazioni e di valori in questo campionato ce ne sono davvero molti. “Credo che il Team Nuova Florida e la stessa Unipomezia abbiano qualcosina in più delle altre, almeno personalmente mi hanno fatto un'ottima impressione. Poi chiaramente sarà tutto ancora da vedere e da capire, ci si può aspettare qualsiasi cosa”.


Infine il giovane Adami conclude con un pensiero per il proprio campionato e sulla bella sinergia che si è creata con l'Asilo Savoia. “Personalmente sto crescendo molto e ho scelto il Montespaccato proprio per questo. Ogni domenica aspetto la mia chance e quando il mister decide di chiamarmi in causa cerco sempre di dare il meglio. Qui si è creato un ambiente bellissimo e questo è dovuto soprattutto alla sinergia con l'Asilo Savoia, un'unione preziosa che ci consente di lavorare serenamente e di scendere in campo sempre con il sorriso. A livello professionale vediamo se riuscirò ad inserirmi come geometra in qualche studio e si prospettano anche dei corsi interessanti in relazione alla palestra di Ostia”.  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE