Cerca

l'intervista

Silvagni si racconta: "Il Cynthia, la salvezza e la prima tripla"

Parola al centrocampista castellano, vincitore dell'ultimo sondaggio social di Eccellenza

10 Maggio 2019

Silvagni (©Conti)

Silvagni (©Conti)

Silvagni (©Conti)

L'ultimo sondaggio social di Eccellenza è stato vinto dal centrocampista del Cynthia Lorenzo Silvagni che, con 303 reactions, ha letteralmente trionfato nel contest risultanto di gran lunga il miglior calciatore dell'ultima giornata di campionato. La sua tripletta contro l'Almas è risultata decisiva per la compagine castellana che ha raggiunto la matematica salvezza con un turno di anticipo. Parola al giocatore.


Ciao Lorenzo, ti chiedo subito se ti aspettavi di vincere il sondaggio.

“Sinceramente ci speravo, ma non potrei dire che mi aspettavo questa vittoria. Ho condiviso il post e poi sono stati gli amici più stretti, mamma e papà a darmi una grande mano in questo senso. É stata una bellissima soddisfazione visto che vedevo vincere sempre gli altri e per una volta che ci sono rientrato anche io ci speravo”.


Nel corso della tua carriera ti era mai capitato di segnare tre gol tutti insieme?

“No, è stata la prima volta. Infatti è stata una gioia immensa e soprattutto i miei gol sono serviti alla squadra per vincere e conquistare una salvezza anche abbastanza tribolata”.


Proprio in quest'ottica, come giudichi la vostra stagione?

“Sicuramente le aspettative iniziali erano diverse. Poi probabilmente abbiamo peccato di presunzione e complici anche tantissimi infortuni abbiamo chiuso il discorso salvezza soltanto alla penultima giornata. Abbiamo avuto le nostre difficoltà tant'è vero che a gennaio c'è stato il cambio di allenatore e il rimpianto più grande è stato senza dubbio l'aver perso la finale di Coppa Italia, anche se siamo stati sconfitti soltanto ai calci rigori da una grandissima squadra che poi ha vinto tutto. In ogni caso ringrazio sia mister Simone Rughetti che mi ha portato qui e mister Fabio Panno che ci ha dato qual qualcosa in più per rimetterci in sesto e condurci in salvo”.


Ricordiamo la tua strepitosa azione proprio contro il Team Nuova Florida in finale...

“Ho mancato il gol per poco, purtroppo nelle finali non ho tanta fortuna in questo senso. Mi era capitato di colpire un palo anche nella finale Primavera, ma sono stato comunque contento perché poi contro il Team ha segnato Alessandro Di Mario”.


Nel corso della stagione hai interpretato sia il ruolo di difensore che quello di centrocampista. Quale ti si addice di più?

“Sì, all'inizio sono stato adattato come difensore per le esigenze della squadra. Poi, dalla semifinale di Coppa con la Valle del Tevere, sono tornato a giocare come mezz'ala, il ruolo che preferisco visti anche i risultati che sono riuscito ad ottenere a livello personale”.


Come ti trovi con questo club?

“Mi sono trovato bene sin dall'inizio e poi sono vicino a casa. Nonostante le varie difficoltà ho trovato soprattutto un gruppo di amici veri. Questa è una piazza molto esigente e mi auguro che possa tornare in categorie superiori come in passato. Il Cynthia merita almeno la Serie D e spero che possa rigiocarci al più presto”.


Con quale giocatore hai legato maggiormente?

“Fortunatamente mi sono trovato bene con tutti. In modo particolare con Gabriele Vartolo, Federico Blandino, Diego Di Mauro, Lorenzo De Gennaro, che reputo ormai come fratelli”.


Il calciatore al quale ti ispiri?

“Come difensore non c'è dubbio: Fabio Cannavaro. Oltre che un grandissimo giocatore è stato anche un grande leader. Come centrocampisti invece ce ne sono diversi e mi piace ricordare soprattutto gli anni 2000. Mi piacevano tantissimo Gerrard, Ballack e Davids, sono cresciuto nel loro mito”.


Infine, qual'è il tuo sogno nel cassetto?

“Salire di categoria. Credo che questo sia il momento giusto per provare a tornare magari in D e chissà... Sognare non costa nulla anche se onestamente arrivare nei Prof non è per nulla semplice. Comunque non nego che mi piacerebbe tornare almeno in Interregionale”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE