Cerca

Girone A

Tivoli la squadra da battere. Ma Uni, Scalo e Montespaccato...

La nostra analisi di inizio stagione per quanto riguarda il girone A di Eccellenza. I tiburtini i più accreditati, sarà ancora un gruppo di ferro

27 Agosto 2019

Tivoli (©Facebook)

Tivoli (©Facebook)

Tra poco di più di dieci giorni al via la nuova stagione dell'Eccellenza laziale. Un lungo cammino iniziato ufficialmente nella serata di ieri con la cerimonia di presentazione dei due gironi e i relativi calendari. Tante le novità sia a livello di regolamento che a livello geografico, tra qualche solito brontolio soprattutto per quanto riguarda quest'ultimo aspetto. A nostro parere ancora due gironi molto diversi tra loro con un tasso di incertezza che potrebbe variare soprattutto per le possibili sorprese nel corso della stagione. Ancora un raggruppamento di ferro quello del cosiddetto “centro-nord”, mentre appare nettamente più equilibrato il gruppo che rappresenta romane, ciociare e pontine. Iniziamo la nostra analisi dal girone A.



Tivoli una corazzata. Ma occhio ad Unipomezia, Monterotondo Scalo e Montespaccato

Tivoli (©Facebook)

Concentrandoci sulle possibili papabili per la vittoria finale, sono almeno quattro le formazioni attrezzate per poterci riuscire. Per ora sulla carta, appare come un'armata invincibile la matricola terribile Tivoli. Con il mercato intrapreso in estate, la squadra di Andrea Di Giovanni vuol far intendere di “ammazzare” il campionato. I vari Tornatore, Piro, Calabresi, Di Bari e per ultimo Panico, soltanto per citarne qualcuna delle new entry, la vittoria ce l'hanno nel sangue e il volere della stessa società è proprio quello di tentare ancora il salto di categoria. Successo scontato? No a nostro modo di vedere. Con tantissima voglia di riscatto riproverà ad assaltare la D l'Unipomezia di patron Valle con mister Grossi confermato sulla panchina dei rossoblù. Un'Unipomezia che anch'essa ha cambiato molto negli ultimi e condotta dai senatori Casciotti, Morelli, Ramceski e capitan Valle, che dovranno trainare un gruppo rinnovatissimo. Il ritorno di Laghigna in attacco, le qualità di Gomez e l'esperienza di Romondini a centrocampo. La tenacia di Renelli in difesa. Poi Francabandiera, Rambaldo, Babacar, Busti e così via, per un team solido e sfrontato allo stesso tempo. Chi ha cambiato pochissimo è invece il Real Monterotondo Scalo. La squadra di Centioni ha mantenuto con grande intelligenza i big della passata stagione che ha portato al più che beffardo, quanto ottimo terzo posto. Collacchi è stato rimpiazzato con Baldassi (che ritorna ndr), Passiatore e Camanni a rinforzare una difesa in passato non sempre solidissima e Tilli e Prioteasa a dare ancora più peso ad un reparto offensivo di primissimo livello. Ha cambiato guida tecnica il Montespaccato Savoia ora di Ferazzoli e dei talenti della Romulea Campione D'Italia. Un Monte che ha perso Calì ed ha trovando Gambale, mantenendo poi l'ossatura di giovani talenti che bene hanno fatto già nella scorsa stagione.



Outsider

L'Anzio di Mario Guida (©Matteo Ferri)

Poi ci sono loro, a fari bassi alla partenza ma che potrebbero ugualmente dire la loro. Ad esempio l'Anzio di Guida, che dovrà ritrovarsi dopo l'ultima retrocessione ma un organico davvero niente male messo su dal direttore sportivo Zenga. Pucino, Prati, Giordani o Camilli sono nomi senza dubbio importanti. Mantiene un certo fascino l'EretumMonterotondo con un reparto avanzato da sogno: Federici e De Marco. Altro super attacco quello della Corneto con Catracchia e Monteforte.



Le date da ricordare

Il primo appuntamento da cerchiare in rosso arriva alla seconda giornata che, come lo scorso anno, ripropone il derby di Monterotondo. Al quarto turno scontro frontale tra lo Scalo e la Tivoli al Pierangeli. Tiburtini che subito dopo avranno il Montespaccato mentre alla settima ecco il big match tra gli amarantoblù e l'Unipomezia. Per Grossi, poi, scontri diretti alla 14esima e alla 15esima con Scalo e Monte Savoia.


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE