Cerca

girone B

Itri-Astrea: al Comunale c'è già aria di big match

E' finito il tempo delle previsioni. La parola passa al campo per i primi 90' della stagione

05 Settembre 2019

L'Itri: in prima linea Sergi Garcia e Pau Otero ©Gaz_Reg

L'Itri: in prima linea Sergi Garcia e Pau Otero ©Gaz_Reg

L'Itri: in prima linea Sergi Garcia e Pau Otero ©Gaz_Reg

E' solo la prima giornata di campionato, sarà appena l'8 settembre ed è ancora (o almeno quasi) calcio d'estate, ma il calendario ha giocato uno scherzetto, ed ecco che per i 90' inaugurali ci sarà una partita tra due contendenti ai quartieri alti. Itri-Astrea non sarà una sfida d'esordio come tutte le altre tra dubbi di formazione e condizione atletica non ottimale; al Comunale si respira già l'atmosfera delle grandi occasioni, tra la necessità di partire con il piede giusto e quella di mostrare di avere sin dai primi metri il passo da 'gigante'.

La parola passa al campo. Settembre è periodo di transizione. Finisce la preparazione atletica e cominciano gli incontri; quelli veri, quelli che mettono in palio i 3 punti. Non è più tempo di frasi, prove, analisi e ipotesi. Da adesso in poi il sovrano sarà uno soltanto: il rettangolo verde. E da quello sito in via Antonio Gramsci verrà subito emesso un verdetto importante, quantomeno per chi ambisce a duellare per i vertici con Itri e Astrea (due delle papabili). Ebbene sì, perchè proprio riguardo alle previsioni, le due formazioni sopracitate si presentano con il rango di potenziali favorite (o quasi) ai nastri di partenza della stagione 2019/20. L'undici di Marco Ghirotto ha chiuso lo scorso campionato con 10 vittorie nelle ultime 12 giornate valse il 6° posto finale; e l'obiettivo è proprio quello di migliorare quel piazzamento. Per farlo il ds Gaetano Fiore ha puntato su una campagna di rafforzamento volta a tenere (o almeno a provarci) i pezzi da 90 e ad inserire altri elementi di spessore (tra tutti l'ex stella di Gaeta e Sora Alex Cano). E la squadra biancazzurra, contando su affiatamento, determinazione e ambiente sereno, tutti aspetti che hanno contraddistinto la preparazione atletica degli itrani, potrà davvero sognare in grande. Prova del nove anche per i romani. A parlare per loro è il passato recente (tra cui un 3° e 4° posto nel girone A), che lo pone immediatamente tra le favorite del raggruppamento malgrado la "novità" relativa all'inserimento della formazione di Quintiliano Mastrodonato nel gruppo B. Sara, dunque, una sorta di salto nel vuoto ogni domenica per capitan Nunzio Mollo e compagni; un grande punto interrogativo per via della prima esperienza nel girone B, ma il filo conduttore dei biancazzurri sarà, sicuramente, la voglia di far bene e migliorare i piazzamenti degli anni scorsi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE