Cerca

l'intervista

Serpieri ed il suo obiettivo "In D col Civitavecchia"

Uno dei pilastri della formazione di Caputo a tutto tondo sulla prossima stagione e su un giovane in particolare...

14 Luglio 2020

Riccardo Serpieri

Riccardo Serpieri

Riccardo Serpieri

Quarto anno consecutivo al servizio della famiglia Presutti. Riccardo Serpieri, classe 1994 ex Lazio, ha sposato dapprima la causa CPC, fregiandosi di una Coppa comunque storica, poi, ha indossato i colori nerazzurri e oggi lo si può tranquillamente affermare, è uno dei pilastri della rosa in mano a Paolo Caputo. “Sì- racconta il difensore - sono all’ennesima stagione con un club che è passato da Sergio a Patrizio Presutti nel segno di una tradizione che prosegue, con aspettative sicuramente prestigiose”. La serie D è una categoria che alletta, eccome, un calciatore dallo spessore qualitativo importante che si è fatto apprezzare, ed è un vanto oltre che una virtù rara di questi tempi, per sensibilità caratteriale e grande umanità. “Ci penso alla serie D -confida- ottenerla con la maglia del Civitavecchia è un obiettivo importante che ho messo come priorità nel mio percorso in questo sport, il calcio, che amo veramente tanto”. La passione che del resto questo solare ragazzo riversa sul campo di gioco è impetuosa, quasi rabbiosa. "Ho degli atteggiamenti anche plateali lo ammetto, ma sono soltanto frutto del bene che cerco di estrapolare da me stesso e dai miei compagni, specialmente quelli più giovani”. Un ventiseienne che si preoccupa di far crescere nella maniera adeguata i più piccoli, anagraficamente, del gruppo, è una rarità. “Per me è normale, sono fatto così. Al Civitavecchia poi abbiamo molti ragazzi in rampa di lancio interessanti e devo dire che un lavoro importante, sotto questo aspetto, lo ha portato avanti con devozione il nostro allenatore”. Uno dei baby su cui fortemente ripone lecite aspettative di gloria e proficuo rendimento è Samuele Cerroni che patron Presutti ha blindato, respingendo avances, in alcuni casi “sfacciate”, da parte di club illustri del panorama calcistico laziale "Samuele -analizza Serpieri- è reduce da una stagione condizionata da un serio e rognoso infortunio, le sue potenzialità sono indiscutibili, ora sta a lui: per me può essere l’annata della sua definitiva consacrazione". Il Civitavecchia è essenzialmente una squadra che si conosce bene: un team pronto a recitare un ruolo di rilievo, nella prossima stagione "“Io sono convinto di questo, tra l’altro molti veterani del gruppo sono del comprensorio se non addirittura civitavecchiesi e questo è un ulteriore elemento legante che fa di noi nerazzurri, un roster pronto a sfidare chiunque, con molta consapevolezza addosso”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE