Cerca

l'intervista

Andrea Persi "Chi si è iscritto mantenga l'impegno"

Il presidente della W3 Roma Team è sempre stato possibilista su un ritorno in campo. Ora si augura che tutti continuino a partecipare

09 Febbraio 2021

Andrea Persi

Andrea Persi, presidente della W3

Il presidente della W3 Roma Team Andrea Persi fa parte di quella schiera di dirigenti che potremmo definire "ala possibilista" alla ripresa del campionato e quindi l'indirizzo che ha preso la LND al termine del consiglio direttivo di venerdì scorso lo soddisfa, anche se non completamente. "E' una decisione agrodolce -esordisce- perché non avrei preso in considerazione la possibilità di bloccare le retrocessioni e quella di permettere alle squadre di non proseguire il campionato in caso di difficoltà. Piuttosto, se un club non riesce a sostenere la spesa può sempre mandare in campo i proprio giovani. Magari può fare dei tagli al suo interno, ma dare questa possibilità di non ri-iscriversi non mi trova molto d'accordo e mi pare anche che il CR Lazio fosse sulla mia stessa linea. Va ricordato che quando si parla di Eccellenza parliamo della quinta serie nazionale e quindi se un club si prende l'impegno di iscriversi e di partecipare deve assumerselo fino in fondo. Non mi piace quindi la possibilità di permettere a qualcuno di non scendere in campo, senza che non venga retrocesso o in un certo senso punito in altra forma. Il buonsenso dovrebbe guidarci nella direzione di non spendere 10mila euro al mese per i giocatori. Se hai previsto un budget per affrontare questo campionato devi sfruttarlo anche in questa nuova condizione, altrimenti significa che non puoi fare quella che, ripeto, è la quinta serie nazionale. La nostra società non naviga sicuramente nell'oro, ma ha preso un impegno ed intende rispettarlo. Bloccare le retrocessioni è una mera questione di forma, visto che di fatto una squadra che dovesse piazzarsi come ultima nella prossima stagione verrebbe comunque ripescata visto che i campionati inferiori non proseguiranno.  Quella di far continuare l'Eccellenza seguendo questo tipo di schema credo quindi che sia una scelta chiaramente politica, perché non scontenta nessuno e si manda un messaggio chiaro al presidente della FIGC Gravina, che dovrà quindi scoprire tutte le carte vista la richiesta di fondi. E' ovvio che poi siamo ben felici di ritornare in campo per tornare a vivere quello che ci piace ogni settimana e che da troppo tempo non stiamo più sentendo nostro". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE