Cerca

l'intervista

Emidio Di Ventura "Scelta della Lega giusta, non sarà un campionato normale"

Il commento del vice presidente del Riano alla richiesta della LND di riconoscere l'Eccellenza di interesse nazionale

16 Febbraio 2021

Emidio Di Ventura

Emidio Di Ventura, vicepresidente del Riano

L'idea sulla ripartenza in casa Riano è ancora avvolta all'interno dei confini della prudenza. Il club tiberino, che ha raggiunto l'Eccellenza tramite i ripescaggi estivi e favoriti anche dalla riforma dei campionati (Forte ed i suoi ragazzi si erano infatti piazzati al secondo posto alle spalle del La Rustica, ndr) ed in teoria avrebbe avuto tutto il diritto di veder confermato quanto conquistato sul campo nel corso della scorsa stagione, dopo tanti e diversi sacrifici che hanno portato un piccolo paese alle porte di Roma a partecipare al massimo campionato regionale. Un campionato che ha visto i rossoblù partecipare soltanto in quattro occasioni e conquistare 3 punti (vittoria per 1-0 contro il Casal Barriera a due settimane prima della serrata) e nei confronti del quale il Riano era propenso a non vederlo ripartire a causa delle difficoltà legate dalla pandemia e da una situazione, sportiva e sociale, tutt'altro che semplice. Questo raccontano le parole del vice presidente tiberino Emidio Di Ventura, che ha accolto sì con soddisfazione la proposta nata nel consiglio direttivo della LND lo scorso 5 febbraio, ma soltanto sul lato che potremmo definire burocratico. "La scelta presa dalla Lega è una scelta giusta, anche se noi facevamo parte di quei club che non erano favorevoli alla ripresa. Non ci sembrava corretto far ricominciare il campionato in queste condizioni. Quello che apprezziamo è però il fatto che abbiano coinvolto le società nella decisione, sia il Comitato Regionale Lazio prima che poi quindi tutti i comitati insieme. Scegliere di non dar seguito alle retrocessioni è quindi una scelta che condividiamo perché quello che andremo ad affrontare non sarà un campionato normale. Io penso che si riprenderà e che di fatto la decisione che dovrà poi confermare il tutto da parte della FIGC sia già stata presa, anche se mi augurerei che avvenisse il contrario, pensando ad una ripresa del campionato direttamente a settembre. Questa è l'idea che io ho, credo sia meglio sotto tanti punti di vista poter iniziare a programmare con maggiore calma una nuova stagione piuttosto che concludere questa". Mancano pochi giorni alla riga sotto la quale vedremo il risultato finale della storia legata all'Eccellenza di tutti i campionati d'Italia: prevarrà questo sentimento o un altro?

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE