Cerca

L'intervista

Emilio Pasquino: "Rischiamo di vedere in campo molte Under 19..."

L'analisi del massimo dirigente del Falaschelavinio in chiave ripartenza. Resta più di qualche dubbio sul format proposto

19 Febbraio 2021

Emilio Pasquino

Il Presidente del Falaschelavinio, Pasquino

"La decisione di riprendere senza alcuna retrocessione? Non sono per niente d'accordo, si rischia di falsare un campionato in questo modo", così Emilio Pasquino, presidente del Falaschelavinio, ha commentato quanto è stato deciso dopo il consiglio direttivo di venerdì 5 febbraio. Il numero 1 della società verde-amaranto ha espresso le sue perplessità riguardo i responsi forniti dall'assemblea, ipotizzando una ripresa della stagione in corso con più di qualche difetto: "Giocare solo con l'obiettivo di poter salire in Serie D non sarebbe per nulla stimolante per la gran parte delle squadre che partecipano al campionato d'Eccellenza. Chi infatti non ha interesse nella promozione ma punta esclusivamente al mantenimento della categoria potrebbe decidere addirittura di non scendere in campo visto che non ci sarebbero retrocessioni, o nella migliore delle ipotesi si assisterebbe ad un campionato di Under 19 con le diverse società che schiererebbero solo ragazzi di vari settori giovanili. Se la decisione deve essere questa a questo punto sarebbe meglio riprendere direttamente a settembre, aspettando una parvenza di normalità. Quello che si vociferava prima del consiglio direttivo era la possibilità di riprendere con il solo girone d'andata, con tamponi effettuati dalla lega e soprattutto con retrocessioni e promozioni, in quel caso la maggior parte delle società, Falaschelavinio compresa, avevano dato l'ok. Questa che hanno preso invece non mi sembra la soluzione adatta, visto e considerato anche il fatto che da ottobre a questa parte sono stati fatti tanti sacrifici in previsione che si sarebbe ripreso in sicurezza. Dobbiamo infatti considerare anche la possibilità che ci potranno essere dei positivi, per questo deve essere tutelata non solo la salute dei ragazzi e degli allenatori, ma anche di chi lavora sui campi e di tutti gli addetti. La voglia di tornare a giocare quella c'è e c'è sempre stata, parlo a nome del Falaschelavinio ma anche di tutte le altre società che come noi hanno tutte le intenzioni di tornare a disputare le partite. Per fare ciò tuttavia bisogna considerare tutti i fattori e le possibilità, ma se determinati aspetti non si riescono a garantire ripeto, la decisione migliore a mio parere è quella di aspettare la prossima stagione".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE