Cerca

L'intervista

Patrizio Presutti: "Dopo tanta incertezza siamo tutti felici di tornare a giocare"

Il patron del Civitavecchia dice la sua ed esprime soddisfazione per la volontà palesata dalla Lega di voler ricominciare

19 Febbraio 2021

Patrizio Presutti

Il patron nerazzurro, Patrizio Presutti

Proseguiamo il nostro giro di interviste ai presidente dell'Eccellenza laziale, dopo il voto favorevole al proseguimento del campionato arrivato al termine del Consiglio LND di venerdì 5 febbraio. Queste le parole di Patrizio Presutti, massimo dirigente del Civitavecchia: "Dopo tanta incertezza è una notizia che fa piacere, tutti siamo felici di ripartire, però sicuramente rimaniamo scettici su alcune situazioni sia a livello sportivo che sanitario. Si è parlato di attuare lo stesso protocollo della Serie D ma a mio avviso non sarà semplice, visto che anche in Interregionale stiamo continuando a vedere diverse partite rinviate ogni turno. Anche per quanto riguarda il format proposto ci sono alcune cose che non mi convincono pienamente, vedremo come evolverà la situazione". Tra i temi principali emersi in riunione ci sono il blocco delle retrocessioni ed il mantenimento della categoria per chi non potrà continuare a causa delle difficoltà economiche: "È chiaro che se la vediamo sotto il punto di vista di aiutare le società in difficoltà può sembrare giusto. Dal punto di vista sportivo invece chiaramente non sarebbe il meglio, diversi club andrebbero magari a schierare la Juniores e si tratterebbe di una competizione un po’ falsata, con una possibile mancanza di motivazioni per varie squadre. Io sarei per un campionato da riprendere e portare a termine in maniera il più normale possibile, quindi anche mantenendo le retrocessioni, però purtroppo la situazione è complicata visti i tempi ristretti. Bisogna ricordarsi che siamo già a febbraio e ci sono prima molte gare da recuperare, noi ad esempio ne abbiamo giocate solo due su sei". Intanto il lavoro in casa nerazzurra prosegue nel migliore dei modi e con il massimo impegno. La voglia di ripartire è tanta, ma alle giuste condizioni. Una cosa è certa, il Civitavecchia non si farà trovare impreparato, come confermano le parole del presidente Presutti: "La squadra e lo staff tecnico sarebbero contenti di un'eventuale ripresa chiaramente, come tutta la società, però alle condizioni giuste. Noi stiamo sempre continuando a lavorare con il massimo impegno, ovviamente nel pieno rispetto delle direttive, e attendiamo nuove notizie dagli organi competenti sulle modalità di ripartenza. Dal canto nostro ci siamo e ci faremo trovare pronti". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE