Cerca

L'intervista

Zuccari: "Vogliamo tornare in campo, ci adegueremo ad ogni decisione"

Il massimo dirigente dell'Audace è deciso a ricominciare sposando qualsiasi scelta verrà effettuata

26 Febbraio 2021

Pierluigi Zuccari

Il Presidente dell'Audace, Zuccari (Foto ©Audace)

Il presidente dell’Audace, Pierluigi Zuccari, dubbioso sulle possibilità reali di riprendere il campionato di Eccellenza, ha spezzato comunque una lancia a favore della ripartenza: "Credo sia abbastanza difficile tornare in campo in questa stagione, se non altro per la situazione sanitaria ancora instabile che non permette di fare previsioni precise, anche riguardanti una data esatta per la ripresa della competizione. Premesso ciò, la nostra speranza è di vivere al più presto quelle emozioni e sensazioni che solo uno sport come il calcio può regalarti, ci mancano davvero tanto, stiamo perdendo l’abitudine di guardare le partite, oltre che giocarle. Siamo pronti ad adeguarci a qualsiasi decisione, l’importante è tornare a giocare. Per quanto riguarda la mia società sicuramente non è un obiettivo salire in Serie D, in estate abbiamo allestito una rosa che potesse raggiungere una salvezza tranquilla. L’organico è rimasto più o meno lo stesso, eccetto qualche taglio. Non abbiamo fatto investimenti esagerati, quindi tutto sommato, egoisticamente parlando, può andare bene così. Sono propenso a valorizzare i giovani, sicuramente in campo ne vedremo diversi con la maglia dell’Audace". Il presidente Zuccari ha poi proseguito parlando delle modalità di ripresa dei campionati: "Credo che il format migliore sia solo andata con playoff e playout, così si giocherebbero meno partite ed i rischi diminuirebbero. Disputare tutte le gare complicherebbe la situazione, basti pensare che in Serie D ogni weekend ci sono almeno sei o sette partite rinviate. Il protocollo da attuare non sarà semplice da sostenere, ci affidiamo agli aiuti dalla federazione per coprire le spese dei tamponi. Cosa mi aspetto dalla squadra qualora si dovesse tornare in campo? È veramente difficile fare previsioni, tutti siamo stati moltissimo tempo fermi e non sappiamo quali potranno essere le ripercussioni di questo lungo stop. Come accennavo prima la nostra politica è quella di far crescere e valorizzare i giovani, non avranno esagerate pressioni e credo che in questo modo possano esprimere anche meglio le qualità a disposizione. Speriamo che con il mister Staffa inizi una collaborazione lunga e proficua, mettendo sempre i giovani al centro del nostro progetto".  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni