Cerca

l'intervista

Jem's, Emanuela Melis: "La doppietta? Che emozione"

La giocatrice biancorossa: "Per noi era l'esordio dopo un anno di stop, la squadra è stata formidabile"

21 Aprile 2021

Emanuela Melis

Emanuele Melis, talento della Jem's

La squadra femminile della Jem's si gode una Emanuela Melis in forma super. La giocatrice biancorossa commenta così la sua prova nel match d'esordio contro il Ladispoli, finita sul 2-2 grazie ad una sua doppietta: "Sì, è stata una domenica speciale. Non mi aspettavo una prestazione come questa. Venivo da una settimana in cui si era presentato qualche acciacco e non mi aspettavo di riuscire a giocare 90 minuti. Avevo avvertito anche un po' di tensione che per fortuna in campo si è trasformata in agonismo e voglia di giocare. La doppietta poi è stata fonte di una grandissima emozione, sono un difensore centrale ed è molto insolito per me segnare". Melis parla poi del gruppo e di come le compagne hanno vissuto una domenica che le ha viste giocare contro una delle favorite alla vittoria del campionato: "La squadra è stata formidabile. Per noi era l’esordio dopo un anno di stop. Entravamo in campo contro una delle favorite del campionato e non posso negare che ci fosse tensione. Stare ferme per un anno e dover adattare gli allenamenti alle varie disposizioni non ci ha permesso di raggiungere una forma fisica ottimale. Sapevamo che avremmo sofferto e così è stato. La squadra però ha dimostrato grande determinazione, non ha mollato mai continuando a lottare su ogni singolo pallone. Nel momento in cui staremo meglio fisicamente potremo contare su una maggiore lucidità e potremo esprimere meglio il nostro gioco. Siamo entrate in campo in punta di piedi, consapevoli dei nostri limiti. Spero che questo risultato ci faccia riflettere anche sui punti di forza e che ci dia la sicurezza per affrontare ogni singola partita al massimo delle capacità. Con il giusto atteggiamento possiamo puntare anche ad un buon posizionamento, magari anche ai vertici della classifica". La biancorossa chiude poi con un occhio al campionato: "Questa è una stagione piuttosto breve che ci porta nella condizione di non poter sbagliare. Parliamo di 6 partite in totale, concentrazione e determinazione saranno più che mai decisivi. È un campionato particolare sia dal punto di vista mentale, dato il momento storico che stiamo vivendo, sia dal punto di vista fisico, perché credo sia stato difficile per tutte le squadre prepararsi adeguatamente. È un torneo competitivo dove, secondo me, due squadre spiccano più delle altre: il Trastevere e il Ladispoli. Nonostante il carattere insolito del campionato siamo fortunate a poterlo giocare. Molte società hanno dovuto rinunciare e questo è un gran dispiacere per tutti. Domenica ho realizzato come quei 90 minuti in campo rappresentano una spensierata e felice parentesi rispetto a una quotidianità difficile per tutti noi. Mi auguro che la prossima stagione veda in campo tutte le società del territorio e che questo momento sia per noi solo un ricordo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni