Cerca

panchine

Civitavecchia, presentato Castagnari: primo passo verso la nuova stagione

I nerazzurri tornano all'antico con un allenatore che rappresenta lo spirito del club e della città. Il ds D'Aponte promette 3 o 4 colpi top

01 Luglio 2021

Massimo Castagnari

Castagnari, al centro, insieme al presidente Presutti a destra e Ivano Iacomelli

Primo passo verso la nuova stagione del Civitavecchia, che ha presentato in giornata Massimo Castagnari, allenatore che ha un forte legame con la società e la piazza. Oltre a questo il club ha illustrato i piani per tornare al giocare al Fattori. "Massimo Castagnari è l’uomo, nel momento e al posto giusto, dichiara il presidente Patrizio Presutti. Racchiude le nostre idee sul calcio, ha fatto bene nelle sue passate esperienze quando è stato alla guida di squadre civitavecchiesi, sia col Civitavecchia di Ivano Iacomelli che con la CPC2005 che rappresentavo. Crediamo che la sua esperienza, il suo passato, possa continuare e contribuire fortemente in quel progetto iniziato due anni fa". A queste dichiarazioni fanno eco quello di Ivano Iacomelli "Siamo ancora qui convinti e sicuri di portare a termine quel progetto iniziato due anni fa. Il Civitavecchia può dire la sua e tenterà di rimanere aggrappato, partendo da quelle posizioni in cui è stato fino ad ora, a quel sogno che tutti speriamo si avveri. Mi auguro che ci siano tutti vicini, partendo dalle istituzioni con cui stiamo lavorando per lo stadio, che si spera venga consegnato a novembre 2022". Castagnari rappresenta le radici che tengono saldamente in piedi un’idea di calcio protesa verso la civitavecchiesità genuina e competente: lo spot probabilmente più funzionale possibile, dopo l’uscita di scena, dalla prima squadra, di una delle pietre miliari dello storico sodalizio di Largo Martiri di via Fani: Paolo Caputo. La Vecchia farà perno comunque su un diesse giovane giunto ad un punto di svolta nella sua carriera: Daniel D’Aponte. "Castagnari rappresenta per noi un tassello fondamentale per dare solidità e continuità ad un’idea di calcio che prevede competitività, rispettando parametri economici adatti ad una società di Eccellenza. La nostra campagna acquisti -prosegue il direttore sportivo - non è ancora decollata ma 3 o 4 top player arriveranno di sicuro.Al mister piace scegliere con calma i profili che più si addicono al suo sistema di gioco. Sono dalla sua parte sotto l’aspetto dell’attesa nelle scelte da fare poiché al Civitavecchia abbiamo già confermato calciatori importanti e inoltre, possiamo contare su ragazzi in età di lega del posto, già pronti per fornire buone prestazioni in un campionato competitivo come l’Eccellenza laziale. Volevamo fortemente Manuel Vittorini, ma lui ha scelto di rimanere a Vignanello, lo capisco poiché con determinate condizioni anche un club illustre come il Civitavecchia, non può entrare in competizione. Ma è certo -conclude D’Aponte- faremo le nostre mosse a tempo debito e posso assicurare che la squadra avrà il suo appeal da prima fascia: avere una squadra pronta e fatta a luglio non ha senso: saremo in linea coi nostro propositi a settembre, in concomitanza con l’inizio ufficiale della stagione calcistica". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni