Cerca

L'intervista

Terracina, le prime parole di Pecci: "Daremo tutto per la maglia e i tifosi"

Il difensore classe 2000 appena arrivato dall'Unipomezia ha parlato con entusiasmo dei suoi primi giorni da biancoceleste

21 Agosto 2021

Federico Pecci

Federico Pecci, presentazione al Terracina Calcio

Federico Pecci da poco si è aggregato alla compagine di mister Gerli, ed abbiamo avuto modo di ascoltare le sue parole riguardo il suo trasferimento e le sue aspettative in vista della prossima stagione con il Terracina Calcio: "La scorsa è stata un'annata molto lunga e difficile, continuare ad allenarsi senza certezze sulla ripresa è stato complicato, ma ero in un grandissimo gruppo come l'Unipomezia e questo ha reso le cose più facili, poi le nostre strade si sono divise, e sono venuto a Terracina perché mi hanno voluto fortemente e mi ha fatto piacere, questa è una piazza ambiziosa e mi piace essere qui. Ho sentito da subito il calore della società e della squadra, si respira un'aria molto tranquilla e mi trovo molto bene con il mister, lo staff ed i compagni; abbiamo iniziato a conoscerci perché siamo un gruppo formato perlopiù da volti nuovi, e vogliamo affinare l'intesa e fare bene". Pecci quindi ci ha spiegato quali sono le ambizioni della squadra, che dovrà amalgamarsi nei giusti tempi per esprimersi subito al meglio: "Essendo un gruppo nuovo dovremo essere bravi all'inizio a capire cosa il mister vorrà da noi, dobbiamo fare squadra fin da subito, perché l'affiatamento fa la differenza, anche con l'Unipomezia era così: nonostante avessimo molta qualità, era l'intesa di gruppo la chiave dei nostri successi. Ciò che vogliamo è stare nelle zone alte della classifica e dare fastidio a quelle grandi con più budget e blasone di noi, vogliamo competere con tutti e dimostrare che tra le più forti può esserci anche il Terracina". infine il giovane centrale ha parlato delle proprie speranze per il futuro prossimo, sia per quanto riguarda l'ostacolo Covid che l'inizio della sua avventura tra le tigri biancocelesti: "Rispetto allo scorso anno abbiamo il vantaggio dei vaccini, l'obbligo dei green pass è un'ottima iniziativa della Lega, e mi auguro che non si debba più interrompere, negli anni scorsi abbiamo sofferto ma credo che quest'anno sarà più facile giocare con sicurezza e con continuità. Ci tengo a ringraziare la società, voglio ripagare la loro fiducia e mi auguro che riusciamo a costruire un grande gruppo, torneranno i tifosi e non vediamo l'ora di regalargli gioie, il loro divertimento è tra i nostri obiettivi. Sono grato anche al vicepresidente dell'Unipomezia Morelli, per avermi indirizzato verso questa bellissima piazza, lui ci ha giocato e mi ha dato consigli importanti per fare la scelta giusta".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE