Cerca

L'intervista

Presutti fa il punto sul suo Civitavecchia "Il gruppo è forte, non facciamo drammi"

Il presidente nerazzurro torna sul ko contro la W3, ma la sua analisi è più ampia ed inizia dai primi vagiti della stagione

28 Settembre 2021

Patrizio Presutti

Patrizio Presutti, presidente del Civitavecchia (Foto ©De Luca)

Domenica per il Civitavecchia è arrivata la prima sconfitta in campionato. Un eloquente 0-3 tra le mura amiche firmato dalla W3 Roma Team. A commentare la sfida, ma non solo, il numero uno nerazzurro. "È passato un mese e mezzo dall’inizio della preparazione - dichiara il presidente Patrizio Presutti - e se vogliamo tirare le somme usando una metafora posso affermare, con tranquillità, di vedere un bicchiere mezzo pieno. Comunque sia e come abbiamo sempre detto è un anno in cui ci sono state tante novità, a partire dallo staff tecnico per passare subito dopo al modulo di gioco in cui, non va dimenticato, che la maggior parte dei giocatori è arrivata agli inizi di questa stagione. Sapevamo quindi che serviva del tempo per vedere il vero Civitavecchia ma mister Castagnari e il suo staff, col lavoro continuo, impeccabile e parsimonioso sul campo, ci ha permesso di essere già pronti al primo appuntamento di coppa. Non va dimenticato che abbiamo eliminato in coppa Ladispoli e Cimini, anche se in parte visto che i gialloneri sono stati ripescati, che di fatto sono due delle squadre principi di questo campionato. A questo non va dimenticato che il Civitavecchia ha battuto alla prima di campionato in casa propria il Vescovio. Certamente sull’altro piatto della bilancia c’è la sconfitta di domenica con la W3, il brutto stop in casa non solo ha frenato questo ruolino di marcia ma non ci è piaciuta, così come nessuno ne è contento, a partire da noi come società, dallo staff e i giocatori stessi. Tre realtà, staff tecnico, i ragazzi e la società, che viaggiano all’unisono e compatti per cercare di arrivare il più alto possibile. La squadra è unita e il gruppo è forte, così come il fatto che il suo condottiero Castagnari ha ben salda la situazione. Non facciamo drammi per la sconfitta di domenica semplicemente perché abbiamo sbagliato un tempo, l’approccio alla gara, e se da una parte questa è una cosa che non va bene e su cui dobbiamo assolutamente lavorare, dall’altra c’è la realtà che non dobbiamo dimenticare quanto fatto fino ad ora. La prendiamo quindi come è, una sconfitta che può esserci, un “inciampo”, e già da oggi lavoreremo per la prossima gara. Parliamoci chiaro: iniziare una stagione affrontando il Ladispoli, la Cimini, il Vescovio fuori casa, la W3 e l’Aranova fuori casa, è un inizio difficile e competitivo così come lo sarà l’intera stagione vista la caratura delle squadre del girone A. Noi siamo abituati a tirare le somme solo alla fine del girone d’andata e alla fine del campionato, nel frattempo lavoriamo per risolvere le problematiche che escono fuori gara dopo gara cercando di migliorarci ogni volta. Quello che è certo è che il Civitavecchia c’è e la società è ben salda e unita verso nuovi orizzonti. Un capitolo a parte è quanto visto sulle tribune domenica scorsa ad opera della Brigata Campo Oro. Vogliamo scusarci con loro per la sconfitta e ringraziarli per la splendida coreografia, da serie A, che hanno fatto. Volevamo regalargli una vittoria dopo quanto avevano fatto ma non ci siamo riusciti, li ringraziamo di cuore e ci impegneremo da ora in avanti ogni domenica per farlo sul campo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni