Cerca

errata corrige

La Vis Sezze supera di misura l'Audace e resta sola in vetta

L'errata corrige della partita di ieri tra la squadra di Genazzano e quella setina, vinta 2-1 dai ragazzi di Catanzani

04 Ottobre 2021

Vis Sezze

La Vis Sezze esulta (Foto ©Vis Sezze)

AUDACE 1919: Peri, Denni, Cherchi, Scottodiclemente, Braga (39’ st Tugui), D’Attilia (34’ st Moselli), Giustiniani (13’ st Mirti), Selvaggio, Carrara (7’ st Lacertosa), Palmisani, De Vincenzo (24’ st Hoxha). A disp.: De Propris, A. Tozzi, F. Tozzi, Russo. Allenatore: Ciaffi.

VIS SEZZE: Caruso, Cecconi, Dell’Aguzzo, Lauri, Compagno, Di Trapano, Onorato (31’ st Peressini), Giannone, Loria, Palluzzi (17’ st Consoli), Marchetti. A disp.: Paccariè, Diaco, Franchin, Valente, De Angelis, Mihalache, Mollo. Allenatore: Catanzani.

ARBITRO: Germano di Ostia Lido. ASSISTENTI: Di Mambro di Cassino e Ceci di Frosinone.

RETI: 37’ pt e 9’ st Compagno, 24’ st Lacertosa.

AMMONITI: Cherchi, Braga, il dirigente accompagnatore Manni dell’Audace, Dell’Aguzzo, Paccariè (dalla panchina)

ANGOLI: 10-2 per la Vis Sezze.

RECUPERO: 1’ e 4’.

La Vis Sezze rafforza il proprio primato espugnando il campo dell’Audace che, a dispetto del suo nome, gioca una gara troppo attendista e a tratti rinunciataria, anche in svantaggio di una rete. Ad ogni modo il risultato premia la formazione più collaudata in campo, non a caso capolista del girone a punteggio pieno dopo tre partite. La prima occasione capita all’8 ed è dell’Audace con Giustiniani che va via sulla destra e mette un bel traversone sul secondo palo dove Cecconi anticipa Carrara pronto a insaccare. Ma è un fuoco di paglia, perché a poco a poco gli ospiti prendono campo e schiacciano dietro i padroni di casa. Così, dopo un paio di buone occasioni, i rossoblù di Catanzani passano al 37’ con Compagno che, tutto solo, raccoglie un cross teso di Onorato e batte Peri con un tiro di prima intenzione da cinque metri. Nella ripresa si attende invano la reazione dell’Audace infatti è ancora la Vis a andare in gol ancora con Compagno (doppietta la sua) che raccoglie una corta respinta di Peri su angolo velenoso di Onorato e spinge la palla in rete quasi sulla linea di porta. Sul 2-0 la squadra di Catanzani rallenta il ritmo e si abbassa sensibilmente, favorendo la reazione dell’Audace che passa da un 4-5-1 al 4-2-4 con gli ingressi, in sequenza, di Hoxha e Moselli che affiancano davanti Palmisani e Lacertosa. Proprio quest’ultimo segna la rete della speranza (terza marcatura stagionale) spingendo nel sacco la palla dopo una respinta di Caruso su un goffo intervento del compagno Lauri. Nonostante la trazione anteriore, l’Audace non crea grossi pericoli, anzi rischia molto al 38’ quando Peri atterra Peressini in area, ma l’arbitro fa proseguire tra l’incredulità di tutti. Al triplice fischio la Vis festeggia con i propri tifosi, mentre la giovane Audace deve continuare il suo percorso di crescita alla ricerca di convinzione e coraggio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE