Cerca

coppa italia

Gallo illude l'Arce, l'Anzio rimonta e si prende la qualificazione

Vantaggio ospite su calcio di rigore. Giusto e Martinelli ribaltano tutto in favore dei portodanzesi

13 Ottobre 2021

Selfie Anzio

Il selfie dell'Anzio dopo il triplice fischio (Foto ©Facebook)

COPPA ITALIA - OTTAVI DI FINALE                        

ANZIO – ARCE 2-1

ANZIO Trombetta 6.5, Bencivenga 6.5, D’Amato 6.5, Gennari 6 (43’st Busti sv), Poltronetti 6.5, Martinelli 7, Gamboni 6.5 (29’st De Falco 6), Scruci 6, Giusto 7 (24’st Di Curzio 6), De Gennaro 6.5, Mirabella 6.5 (39’st Bruno sv) PANCHINA Rizzaro, Garbini, Vellitri, Lo Fazio, Torri ALLENATORE Guida 

ARCE Neri 6, Martinello 6.5 (43’st Valente sv), Moriconi 6, Gesuale 5.5 (5’st Pace 5.5), Sanna 6, Mancini 5.5 (25’st Pintori 6), Felea 5.5, Iacob 6 (22’st Norcia 5.5), D’Aguanno 5.5, Pompili 6 (14’st Basilico 6), Gallo 6 PANCHINA Ferazzoli, Sciucco, Marini, Testa ALLENATORE Mirabello 

MARCATORI Gallo rig. 16’pt (AR), Giusto 44’pt (AN), Martinelli 25’st (AN)

ARBITRO Ruqa di Roma 2, 5

ASSISTENTI Parente di Albano Laziale e Scionti di Roma 1 

NOTE Ammoniti Guida, Martinelli, Poltronetti, Bencivenga, Felea, De Gennaro, Pintori Angoli 3–5 Fuorigioco 3–2 Rec. 2’pt - 4’st 

 

L’Anzio rimonta l’Arce e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia di Eccellenza. Inizio gara equilibrato, con entrambe le squadre capaci di costruire azioni pericolose dalle parti dei portieri avversari. I padroni di casa si affidano soprattutto al destro educato di Gamboni, capace di disegnare traiettorie pericolose in area avversaria, anche se nessun compagno riesce a farsi trovare pronto all’appuntamento. L’Arce, dal canto suo, si affida alla coppia d’attacco D’Aguanno – Pompili, con quest’ultimo che guadagna un calcio di rigore al quarto d’ora per uno scontro aereo con Poltronetti. Forti le proteste del pubblico e della squadra di casa, con il tecnico anziate Guida ammonito dopo la trasformazione di Gallo dagli undici metri per le reiterate rimostranze nei confronti della terna arbitrale. Martinelli e compagni non si perdono d’animo e, dalla mezz’ora del primo tempo, prendono in mano la partita e costringono gli avversari sulla difensiva. Il gol del pareggio arriva al quarto tentativo, proprio a ridosso dell’intervallo: bel cross dalla destra di Gennari su cui Giusto impatta perfettamente al volo con il collo sinistro insaccando alle spalle di un impotente Neri. 

Nella ripresa l’Anzio cambia volto: nessuna concessione all’avversario, partenza a tutta per non far rifiatare l’Arce e squadra sempre alla ricerca del fraseggio con l’unico obiettivo di andare a fare gol. Il gioco compassato e confuso in fase offensiva del primo tempo diventa un ricordo e i padroni di casa legittimano questa superiorità con due occasioni prima del gol decisivo. Al 5’ è Poltronetti che, in proiezione offensiva, mette in area un pallone invitante su cui però due compagni arrivano in ritardo. All’11’ un tiro-cross di Gamboni sfiora il palo alla destra di Neri. Non è chiaro se l’esterno dell’Anzio abbia provato il pallonetto o un assist per un compagno, fatto sta che per poco non è arrivato il gol. Ma poi lo stesso Gamboni si è rifatto con l’assist per Martinelli: una punizione calciata perfettamente dalla trequarti è atterrata proprio sulla testa del capitano anziate, che ha siglato il gol qualificazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE