Cerca

l'intervista

Terracina, Gerli: "Non dobbiamo illuderci, ma ce la giocheremo sempre"

Il tecnico dei Tigrotti fa il punto dopo un inizio di campionato sicuramente molto positivo

13 Ottobre 2021

Gerli

Fabio Gerli (Foto ©Terracina)

3 vittorie ed 1 sconfitta (sul campo della capolista Vis Sezze): questo è il bottino del Terracina dopo le prime 4 giornate. Un inizio scoppiettante, impreziosito dal blitz dello scorso turno sul campo del Ferentino che ha issato i tigrotti al 4° posto. Situazione difficile da prevedere fino a qualche settimana fa. "L’avvio di campionato è senza dubbio soddisfacente" – ha affermato il tecnico, Fabio Gerli -. "Considerando anche che la squadra è rinnovata, con 18 elementi nuovi su 20. Era fondamentale partire con il piede giusto, soprattutto in un girone difficile come questo e con un format penalizzante, in cui per salvarsi bisogna arrivare tra le prime 7". L’ultimo ruggito dei tigrotti è stato quello più 'prestigioso', con la vittoria sul campo del Ferentino. "E’ stata una partita di grande sacrificio. In panchina avevamo soltanto un over, Leshi, e poi tutti 2003 e 2004. Una sfida in un contesto difficile, con un’avversaria che ha un ottimo organico. Devo dire che gli amaranto avrebbero meritato qualcosa in più per le occasioni che hanno avuto, ma noi siamo stati cinici e bravi a cambiare il nostro atteggiamento in funzione della squadra che avevamo di fronte. I ragazzi hanno offerto un’ottima prestazione in una situazione di grande difficoltà, con pochissimi cambi a disposizione. Li ho visti stremati a fine gara, e di questa cosa sono molto contento". Malgrado il 4° posto, Gerli, che di esperienza in questi campionati ne ha da vendere, non fa proclami ed anzi tiene i piedi incollati a terra. "Siamo consapevoli del tipo di campionato che dobbiamo fare. L’obiettivo è conquistare quanti più punti possibile per non rientrare tra le squadre che rischiano la retrocessione. Sappiamo che ci sono molte formazioni superiori alla nostra, non ci illudiamo dopo le prime partite, che ancora non consentono di comprendere il nostro reale valore". Significativi saranno i prossimi appuntamenti. Dopo la trasferta con l’Audace, i tigrotti saranno attesi dalle tre big Sora, Gaeta e Lupa Frascati: un trittico che metterà alla prova il Terracina. "Innanzitutto il nostro auspicio è quello di recuperare il maggior numero possibile di giocatori. Ce la giocheremo con molta serenità. Anche se il divario rispetto alle grandi può essere ampio, noi non ci daremo per vinti".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni