Cerca

dopo gara

Guida: "Contento della prova dell'Anzio". Mirabello: "Il ko una spinta a fare meglio"

Le analisi del tecnico portodanzese e dell'allenatore dell'Arce al termine della sfida di Coppa vinta dai biancazzurri

14 Ottobre 2021

Guida e Mirabello

Guida e Mirabello (Foto ©Gazzetta Regionale)

L’Anzio passa ai quarti di finale di Coppa Italia di Eccellenza grazie alla rimonta sull’Arce. Andata sotto a causa di un rigore contestato, la squadra di mister Mario Guida ha saputo reagire e portare a casa la qualificazione. Un risultato che, dunque, fa felice il tecnico sotto tanti aspetti: "Sono molto contento per la prova che i ragazzi hanno fornito nell’arco di tutti i 90’: abbiamo legittimato il passaggio del turno. Non era facile non subire gol contro l’Arce, che è una squadra importante e con giocatori molto forti. I miei ragazzi non si sono disuniti ed hanno continuato a macinare gioco, arrivando così alla meritata vittoria". L’Anzio, dunque, prosegue il cammino sia in campionato che in Coppa, ma il doppio impegno non spaventa il tecnico dei neroniani: "Fortunatamente la società mi ha messo a disposizione una rosa importante. Ho la possibilità di far giocare 24/25 giocatori, avrò di certo la possibilità di farli ruotare tutti. Ci teniamo molto a questa competizione, sia noi squadra che la società: lo riteniamo un traguardo importante e prestigioso. Nel prossimo turno schiererò la migliore formazione possibile, senza fare calcoli sugli impegni successivi". 

L’Arce chiude la sua avventura in Coppa Italia di Eccellenza sul campo dell’Anzio. Andata in vantaggio su rigore, la squadra di mister Angelo Mirabello ha subìto la rimonta avversaria che ha fatto sfumare il sogno dei quarti di finale. Un copione, quello disegnato dalla partita, che non può soddisfare il tecnico gialloblù, al quale comunque la prestazione dei suoi ragazzi è piaciuta: "Sapevamo di venire ad affrontare una squadra forte e ben organizzata, come è l’Anzio. Chiaramente dà fastidio essere recuperati e addirittura superati dopo essere andati in vantaggio, ma ai miei ragazzi non posso rimproverare nulla. Abbiamo cercato di recuperare la partita esprimendo anche una buona qualità di gioco nonostante davanti avessimo, come ho già detto, una squadra molto ben organizzata. Possiamo migliorare negli errori che abbiamo commesso, nella gestione di alcune situazioni e anche nella concentrazione, che non è stata massima in ogni frangente. Tutto sommato, comunque, sono soddisfatto di quello che i ragazzi hanno fatto vedere in campo". Ora tutta l’attenzione dell’Arce sarà rivolta al campionato: "La sconfitta non piace mai, ma è un test che ci dirà chi siamo e ciò che siamo in grado di fare. Chiaramente abbiamo visto degli errori e dovremo migliorare in quelle situazioni che non abbiamo gestito al meglio, ma stiamo parlando di dettagli. Conosco il gruppo che ho a disposizione e posso dire che questo risultato negativo rappresenta una spinta a fare meglio: non ci abbattiamo perché sappiamo che non si perde mai se si continua ad avere voglia di imparare ed apprendere, che è esattamente il nostro modo di pensare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE