Cerca

dopo gara

Ladispoli, Fioravanti: "Vittoria pesante. Il quadro inizia a prendere corpo"

Le parole della numero uno del club tirrenico dopo il successo contro l'Aranova

25 Ottobre 2021

Barbara Del Greppo e Sarina Fioravanti

Barbara Del Greppo e Sabrina Fioravanti (Foto ©Ladispoli)

Spettacolo ma anche adrenalina che stenta a scemare. In Ladispoli-Aranova c’è stato un po’ di tutto; alla fine i ragazzi tanto cari alla presidentessa Sabrina Fioravanti hanno messo a tacere molte, fastidiose, bocche. "Vittoria pesante -afferma proprio la numero 1 del club rossoblu- avvenuta nella giornata in cui non abbiamo mostrato il nostro vero volto come squadra: come gruppo attaccato fortemente alla maglia invece sì". Una rimonta fantastica, figlia di un carattere che la Fioravanti riconosce ai suoi calciatori. "Il nostro gruppo ha dei valori ben precisi. Per me avere questi ragazzi come atleti del Ladispoli è un vanto. Possiamo perdere come è accaduto ma diamo sempre tutto: per me questa straordinaria peculiarità corrisponde ad una vittoria perenne che non ha prezzo". Fioravanti appassionata di calcio: Sabato era al Tamagnini per Civitavecchia-Favl Cimini. "Ho visto un grandissimo Civitavecchia -prosegue la presidentessa- ma anche uno straordinario Manuel Vittorini: sono sempre attratta dai calciatori che hanno talento nelle vene e questo ragazzo di talento calcistico ne ha davvero tanto". La vittorie proprio di Favl Cimini, Ladispoli, Pomezia e le contestuali sconfitte di Civitavecchia, Aranova e W3 Maccarese, rimescolano le gerarchie del girone A di Eccellenza. "Siamo all’inizio ma il quadro prende corpo. Il Pomezia, che ci ha sconfitti attraverso un penalty, è una squadra molto solida, con giocatori di livello per la categoria. Civitavecchia mi ha impressionato, è attardata ma rientrerà nel gruppo di testa. W3 Maccarese e Aranova sono gruppi tenaci che hanno poi cambiato poco". Ladispoli ora atteso dall’Ottavia poi la sorpresa più bella del girone: il Parioli. "Chiedo 6 punti ai ragazzi. Poi andrò a riguardare la classifica che già è buona". Forse perché donna in un mondo ancora troppo discriminante, la Fioravanti sta subendo tanti attacchi mediatici. "Alle critiche -tuona concludendo Sabrina Fioravanti- faccio spallucce. Tutti coloro che sparlano senza avere le competenze necessarie per discutere di una materia semplice come il calcio tra l’altro, sono coloro che si sono offerti di venire nel mio club: non li ho voluti ed ora scalciano per usare un "Li lascio fare". Ladispoli città mostra il proprio affetto nei confronti del club che gestisco attraverso sostegni concreti. La crescita del club è in atto e non si arresterà".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE