Cerca

l'intervista

Colleferro, l'analisi di Calabresi: "Con l'Atletico era importante vincere"

Il difensore rossonero, uno dei pezzi pregiati del mercato, commenta l'ultima sfida con la formazione pontina

02 Novembre 2021

Calabresi

Simone Calabresi, da quest'anno al Colleferro (Foto ©Pera)

Aveva tutto da perdere il Colleferro nella trasferta contro l’Atletico Lazio, fermo a 0 punti e 0 gol segnati dopo le prime sei giornate. I ragazzi di mister Antonio Battistelli hanno saputo soffrire e portare a casa l’intera posta in palio grazie al gol di Felici in avvio di ripresa. "Sapevamo che non sarebbe stata una passeggiata, in questa categoria non esistono partite semplici – dice il centrale difensivo classe 1986 Simone Calabresi – C’era da fare i conti con l’orgoglio della squadra avversaria e noi avevamo preparato la partita in un certo modo. Il risultato è rimasto sempre in bilico, anche se abbiamo concesso molto poco agli avversari e abbiamo costruito anche delle opportunità per chiudere i conti, ma alla fine la cosa più importante era portare a casa i tre punti e lo abbiamo fatto. D’altronde conosco bene questo girone per averlo vinto con il San Cesareo qualche anno fa: tutte le partite vanno giocate al massimo". Calabresi è stato uno degli ultimi colpi di mercato del Colleferro: "La prima mia convocazione è stata in occasione del match col Sora, l’anno scorso avevo iniziato la stagione in Promozione con l’ambiziosa Vis Subiaco e poi l’ho conclusa nel “torneino” di Eccellenza finale con l’Atletico Lodigiani. E’ stato il direttore sportivo Pino Di Cori a prospettarmi le idee del Colleferro: qui ho trovato una società sana e una piazza dove c’è tutto per fare calcio, compresi uno staff tecnico e dirigenziale estremamente competenti. Ci sono tutti i presupposti perché questo club continui a scalare categorie…". I rossoneri, stante anche la particolare formula del campionato di Eccellenza di quest’anno (solo le squadre dal settimo posto in su non giocheranno i play out), devono pensare prima di tutto a mettersi al sicuro, anche se Calabresi invita il gruppo "A non accontentarsi e a scendere in campo ogni domenica per vincere. Accadrà così anche col Città di Anagni che ha un punto in più di noi, tante individualità importanti e una piazza prestigiosa alle spalle. Sarà una partita molto impegnativa, ma potremo contare anche sul sostegno della nostra gente che ci segue con grande entusiasmo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE