Cerca

L'INTERVISTA

Jem's Soccer Academy, Fiaschi: "Siamo consapevoli della nostra forza"

Dopo due vittorie di fila, il capitano delle biancorosse traccia un mini bilancio

10 Novembre 2021

Giorgia Fiaschi, Jem's Soccer Academy

Giorgia Fiaschi, calciatrice (Foto ©Jem's Soccer)

Autentica protagonista nelle ultime due vittorie consecutive della Jem's Soccer Academy di Gabriele Grossi. Parliamo del capitano Giorgia Fiaschi, maglia numero 10 sulle spalle e tre gol realizzati, doppietta contro l'Ottavia ormai dieci giorni fa e la rete che ha aperto le danze, nel big-match di domenica scorsa contro l'Eretum Monterotondo vinto con il punteggio di 3-1. Dal secondo posto attuale nel Girone B, dietro l'Academy Ladispoli, al successo sull'Eretum, il pensiero di Giorgia Fiaschi: "Devo dire che se guardo più indietro è un po' una sorpresa, in quanto abbiamo cambiato tanto in estate. Mentre la crescita che tutto il gruppo ha dimostrato specialmente nelle ultime settimane è stata notevole e frutto del lavoro che facciamo durante gli allenamenti. Il merito delle due vittorie arrivate e del secondo posto, con una gara in meno rispetto a chi ci precede è di tutto l'ambiente che si è mano a mano creato. Con lavoro, dedizione e divertimento abbiamo costruito una realtà forte ed ambiziosa". Per la Fiaschi come detto in apertura, tre sono i gol fatti nelle ultime due partite, dalla doppietta all'Ottavia alla rete del momentaneo 1-0 della domenica appena passata: "Diciamo che due in realtà sono pienamente miei, mentre uno è più un autogol, io ho propiziato la rete arrivata poi su di un errore. Ma a parte questo non sono le giocate personali, di cui non posso che essere contenta, che si guardano. Piuttosto gli obiettivi del collettivo, che sta avendo una consapevolezza importante". Chiusura con la prossima sfida che attende la Jem's, vale a dire la trasferta in casa della Lazio Calcio Femminile: "Per me è sempre emozionante come partita, sentita in un certo senso. Ho passato una vita con loro ed è sempre un momento particolare per me. Per le nostre ambizioni invece andremo sul loro campo con la consapevolezza di essere un gruppo importante, senza essere arroganti, ma con rispetto assoluto dell'avversario che è di valore, anche se come noi ha cambiato tanto. Possiamo essere protagonisti però, lo sappiamo e ne abbiamo la piena coscienza".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE