Cerca

l'intervista

Terracina, Gerli: "Non vogliamo mollare. Anagni? Lì abbiamo scritto la storia"

Il tecnico delle Tigri fa il punto dopo le prime dieci giornate di campionato e domenica prossima sfiderà il suo passato

24 Novembre 2021

Gerli

Fabio Gerli (Foto ©Sabrina Rossi)

Con 19 punti in dieci partite, un terzo di campionato, il Terracina è quarto nella generale del gruppo C alle spalle del treno di testa composto da Lupa Frascati, Vis Sezze e Ferentino. Sicuramente un ottimo cammino fin qui per le Tigri di Fabio Gerli che domenica prossima incontrerà il suo passato. Il Terracina è atteso infatti a Supino dal Città di Anagni, squadra con cui il tecnico di Frosinone ha vinto ben tre campionati fino alla Serie D. Ma prima di arrivare alla prossima sfida, il mister traccia un primo bilancio della stagione. "Arrivati ad un terzo di campionato, questo girone si conferma molto equilibrato e difficile, dove la Lupa continuo a darla favorita mentre le altre un pochino inferiori sia per organico che di spessore. Ci sono però formazioni con un valore eccellente che al momento stanno soffrendo, questo ha consentito a noi di stazionare in una posizione di classifica inaspettata ma non per questo immeritata. Vedo in forte difficoltà il Morolo e l'Atletico Lazio. Per quanto riguarda il Terracina stiamo facendo un ottimo campionato rispetto alle problematiche riscontrate in sede di campagna acquisti. Rispetto allo scorso anno abbiamo ricominciato da zero, abbiamo ricomposto un organico con molta difficoltà e lo stiamo continuando a fare strada facendo andando a ritoccare una rosa ad oggi ancora corta. Finora siamo abbastanza soddisfatti anche se ci attendiamo il ritorno delle squadre partite in ritardo, per cui mi aspetto bagarre per restare fuori dalla zona play out. Dal Terracina mi aspetto che continui a lottare con questo spirito di sacrificio che ad oggi ha sorpreso un pò tutti, con questa oculata gestione tattica della partita che non dobbiamo assolutamente perdere. Sappiamo che non sarà facile perché molte squadre si rinforzeranno, ma noi di certo non abbiamo intenzione di mollare. Domenica torno ad Anagni dopo quattro stagioni ed è la prima volta che rincontro la mia ex squadra. Sarà un'esperienza sicuramente particolare perché lì abbiamo scritto la storia dalla Prima Categoria alla Serie D. Torno lì con grande rispetto per una squadra che è stata allestita per primeggiare e che ha urgenza e necessità di vincere per non rischiare di staccarsi in maniera quasi definitiva dalle prime posizioni considerato anche il calendario che dovrà affrontare. Noi sappiamo che l'avversario è più forte e dovremo giocare serenamente per cercare di portare a casa punti alla nostra maniera, come sempre abbiamo fatto". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE