Cerca

l'intervista

Civitavecchia, Gagliardi: "Siamo in forte rimonta, bisogna restare sul pezzo"

Il giovane classe 2002 è il giocatore del momento in casa nerazzurra andando in gol anche contro il Certosa

30 Novembre 2021

Gagliardi

Lorenzo Gagliardi

Una piacevole e produttiva sorpresa. Sarà un caso ma da quando Massimo Castagnari lo ha schierato con la maglia numero 8 il Civitavecchia ha sempre vinto, segnato 8 volte, subito solo 3 reti. Lorenzo Gagliardi classe 2002 in forza alla Vecchia grazie al prestito concesso dalla Cynthialbalonga, è l’uomo, meglio, il ragazzo del momento. Alto, biondo, piazzato lì, nella mediana l’occhio lo ruba eccome: col Certosa addirittura primo goal civitavecchiese per lui. Una rete davvero importante oltre che bella: Gagliardi ha aperto le danze per il 3 a 1 inferto poi ai neroverdi. "È stata una vittoria importante -commenta Lorenzo Gagliardi- reputo il Certosa una squadra di buon livello. I tre punti ci proiettano nelle zone alte della classifica ma i calcoli per noi non sono salutari: meglio pensare ad un match per volta. Nelle ultime 3 uscite la Vecchia ha recuperato 6 punti al Ladispoli, 4 al Pomezia, 2 ai Cimini, oltre ad aver messo la freccia nei confronti dell’Aranova. "Siamo in forte rimonta è vero ed ora abbiamo l’opportunità di proseguire questa ottima striscia di risultati positivi. Bisogna rimanere sul pezzo, concentrati perché in questo equilibrato girone, non c’è gloria per chi, ha cali di tensione". Goal, come detto, e prestazione sensazionale quella di Gagliardi contro il Certosa: presagio per un futuro roseo. "Me lo auguro di cuore. La rete segnata infonde ulteriore fiducia. Il mio avvio stagionale non è stato dei migliori però ora sto giocando assiduamente e in ruolo a cui mi sento a mio agio". Il diciannove di origini romane predilige agire come interno di centrocampo anche se riesce, con disinvoltura, a svolgere altri ruoli. "Sono a disposizione delle scelte che opta di volta il volta tecnico. Al Civitavecchia sono stato accolto con calore ed entusiasmo. Il gruppo ha qualità tecniche ma anche umane, lo staff dirigenziale e quello tecnico è di livello: le basi per crescere ulteriormente nel rendimento sussistono tutte". L’ex Sporting Ariccia è convinto che il Civitavecchia possa lottare orgogliosamente per il titolo finale. "Credo di sì poi sta a noi dimostrare sul campo ogni Domenica di che pasta siamo realmente fatti". Un ragazzo di talento con le idee chiare dunque, con un prototipo calcistico molto amato nei professionisti che lascia ben intendere, l’animo e lo spirito, della nuova scoperta nero azzurra. "Adoro Arturo Vidal; un calciatore che ha nel proprio DNA la carica agonistica migliore possibile e dei mezzi tecnici notevoli". Il cileno poi, il suo campionato l’anno scorso lo ha pure vinto: un’assonanza che, al baby Gagliardi e ai lettori, non potrà sfuggire..

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE