Cerca

l'intervista

Daniele Scarfini avvisa l'Audace: "Ora viene la parte difficile"

Il tecnico fa il punto dopo il successo di misura nel derby contro il Città di Paliano

22 Dicembre 2021

Scarfini

Daniele Scarfini (Foto ©Audace)

L’Audace vuole chiudere al meglio il suo 2021. Dopo il prezioso successo interno con il Città di Paliano (1-0 con gol di Garcia Mut nel corso della prima frazione), la formazione di mister Daniele Scarfini è pronta ad affrontare la delicata trasferta di Arce: "Un avversario tosto, guidato da un allenatore importante e con diversi nomi di grande livello in rosa come ad esempio Abbondanza, Basilico o Marini che fanno questa categoria ad occhi chiusi. Sarà una sfida complicata, ma vogliamo finire bene l’anno solare". Il tecnico fa un passo indietro per parlare della vittoria di domenica scorsa: "Forse non abbiamo fatto la miglior prestazione stagionale, ma la squadra ultimamente si sta dimostrando molto solida e subisce davvero pochissime reti nell’ultimo periodo. Dopo essere passati in vantaggio nel primo tempo, siamo riusciti a contenere il ritorno del Città di Paliano". Al momento l’Audace sarebbe fuori dalla "zona rossa", un risultato notevole se si pensa a quale fosse la situazione nel momento dell’insediamento di Scarfini (avvenuto alla quinta giornata, in occasione del match col Terracina): "I ragazzi hanno fatto un bel lavoro e anche la società ci ha messo a disposizione alcuni innesti importanti. Abbiamo cercato un nuovo assetto tattico e le prestazioni sono state sempre positive. Ma non abbiamo ancora ottenuto nulla, adesso viene il difficile anche perché questo è probabilmente il girone più duro dell’Eccellenza". Alle difficoltà di classifica si è aggiunto anche il problema di salute che lo stesso Scarfini ha dovuto affrontare con una forma piuttosto aggressiva di Covid che l’ha colpito e lo ha costretto a stare lontano dalla squadra nell’ultimo mese: "Devo ringraziare i mister Alessio Bianchi e Sergio Cristiani che hanno portato avanti in maniera egregia le linee guida impostate già in precedenza portata e mi hanno tenuto aggiornato su tutto. Non so se sarò in panchina già ad Arce, forse è raccomandabile farlo dopo la sosta". La fiducia dell’Audace nei suoi confronti, comunque, è forte: "Sono davvero orgoglioso e felice di questo. Il patron Giuseppe Spinelli è un vincente a livello imprenditoriale e vuole dimostrare di esserlo anche nel mondo del calcio. La competenza del direttore generale Roberto Matrigiani e del direttore sportivo Alessandro Poggi è fuori discussione, poi qui ho conosciuto una persona squisita come Giovanni Mastropietro che sa di calcio e con cui è nato un rapporto forte. Insomma ci sono tutte le basi per fare un ulteriore salto di qualità nel prossimo futuro".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE