Cerca

l'intervista

Cimini, il voto di Capretti: "8.5 al girone d’andata. Questi ragazzi sono speciali"

Il direttore sportivo della Polisportiva fa il punto da primo della classe nel girone A spendendo una battuta anche per Vittorini: "Manuel è un vero leader in campo"

04 Gennaio 2022

Capretti (al centro)

Severino Capretti (al centro) Foto ©Facebook

Le prime 15 giornate di campionato, nel girone A dell’Eccellenza laziale, hanno incoronato campione d’inverno la Polisportiva Favl Cimini. La squadra di Scorsini è stata quella che ha totalizzato più punti dall’inizio sopravanzando nelle ultime giornate il Pomezia di Scaricamazza. Girare l’andata in prima posizione fa sicuramente ben sperare per quelli che sono gli obiettivi dei gialloneri (che sono anche in semifinale di Coppa Italia) ma il cammino è ancora lunghissimo e ricco di difficoltà. Intanto, si gode i risultati fin qui raccolti il direttore sportivo Severino Capretti: "Mi piace parlare di questo gruppo, un gruppo che parte già dalla passata stagione. A giugno con l'arrivo di mister Scorsini abbiamo deciso di comune accordo di ripartire da un’ossatura di squadra già presente, ragazzi prima e calciatori poi che conoscevo bene e che il mister aveva voglia di allenare. Intorno siamo andati a cercare ciò che mancava e che creasse un gruppo per poter competere. Questo è uno spogliatoio che vuole vincere, che mette la parola vittoria davanti a qualunque altra ed il fatto che siamo anche in semifinale di Coppa Italia testimonia la fame che abbiamo". Ma laurearsi campioni d’inverno a Vignanello ce lo si aspettava sin dalla vigilia? "Sono sincero, già in estate ero molto fiducioso, mi piaceva vedere questa squadra allenarsi e vivere la quotidianità. Poi è normale che non immaginavo di chiudere l’andata in testa, ma semplicemente perché siamo in un girone dove ai nastri di partenza c’erano 6-7 club che ambivano al titolo". Che voto dare quindi a questa squadra? "Al girone d’andata come voto do 8,5. Un ottimo risultato per il lavoro svolto da staff e squadra. E ci tengo a sottolineare come questi ragazzi siano davvero speciali, vivono la settimana lavorativa con grande professionalità e con il chiaro obbiettivo di voler vincere gara dopo gara". Una nota di merito va certamente al re dei bomber: Manuel Vittorini. "Manuel è un finalizzatore di primissima fascia – prosegue Capretti - un ragazzo che vive per il gol e che di anno in anno è diventato anche un vero leader in campo. Ma questa rosa ha tanti grandi calciatori che messi insieme a Vittorini formano una squadra che vuole il titolo finale". Ma adesso basta con gli elogi, c’è già da riprendere a lavorare a testa bassa: "Dopo la netta vittoria sull'Ottavia la squadra ha avuto soli tre giorni di riposo. Ieri alla ripresa c'era grande entusiasmo e voglia di ritrovarsi, fattore determinante per preparare al meglio l'imminente trasferta con il Certosa (sarà anticipo domani ndr). Partita difficile sia perché affrontiamo una squadra di qualità e ben allenata, sia per il campo sintetico e più piccolo rispetto alle dimensioni del nostro". Infine, qual è l’augurio per il nuovo anno? "Non c'è un augurio – conclude il diesse - C'è un obbiettivo, anzi un sogno per il quale lavoriamo ogni giorno. Regalarci la serie D con questa maglia".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE