Cerca

la lettera

Il saluto di Antonio Battistelli: "Colleferro: tra noi sarà comunque amore eterno"

La lettera dell'ormai ex allenatore rossonero alla "sua" gente dopo la separazione con il club 

24 Marzo 2022

Battistelli

Antonio Battistelli (Foto ©Leonardo Pera)

Due giorni fa vi abbiamo dato la notizia della separazione tra il Colleferro ed il tecnico Antonio Battistelli, con la panchina rossonera che è stata affidata come noto a Gian Luigi Staffa. Dopo qualche ora di silenzio, l'ormai ex allenatore del Colle ha voluto salutare così la "sua" gente pubblicamente, sicuramente con una buona dose di malinconia. 

E' arrivato il momento... Speravo non accadesse mai. Ci siamo separati ma solo fisicamente perché tra noi ci sarà amore eterno. Un amore iniziato nel 1980 quando da bambino a 6 anni mia mamma mi mise pantaloncini, maglietta e ghette rossonere ed entrai nel campo Maurizio Natali. Un brivido indescrivibile e un batticuore che ancora oggi da allenatore arrivava puntuale, impetuoso, dirompente... Perché per me il Colleferro è una grandissima emozione. Dopo tre anni di gioie e dolori, esultanze e magoni, ci separiamo. Doveva accadere prima o poi. Adesso si volta pagina e si programma il futuro, e farò tesoro della palestra che per me sei stato oh grande Colleferro! Tre anni fa, quando Luca Di Placido e Giovanni Satta mi chiamarono, è stato avviato un lavoro con l'obiettivo di riportare entusiasmo e crescere i giovani del nostro settore giovanile. Vi ringrazio per avermi dato questa possibilità e spero di non avervi deluso. Un saluto particolare va ai vostri tecnici della scuola calcio e del settore giovanile con cui spesso ci siamo confrontati assieme a Paolo Zaccagnini e Gianfranco Bicorni. Non sarà mai abbastanza ringraziare lo staff e i dirigenti. Mi avete accompagnato e sopportato tutti i giorni, sempre presenti e vicini alla squadra. Presi come esempio di organizzazione da tutte le squadre del territorio avete fatto ben figurare il Colleferro ovunque. Un lavoro fatto solo per passione senza nulla in cambio se non il rispetto e l'amicizia che ci lega anche fuori dal campo. Francesco Farmeschi, Giancarlo Pera, Massimiliano Matrigiani, Giuseppe Esposito e Alessandro Casazza. Il magazziniere Massimo e la grandissima Vittoria Franza nostra fisioterapista. Lo staff tecnico a mio stretto contatto, cresciuto in questi 3 anni a dismisura ed io con loro. Grazie per aver condiviso con me le vostre conoscenze, capacità ed emozioni, uno staff tecnico che in queste categorie pochi vantano di avere o forse nessuno. Vi auguro il meglio Enrico Vari, Paolo Amici, Stefano Guido Del Monaco, Luca Marinelli, Marco Bernabei, Guido Lanna. La tifoseria nata in un bar due anni fa grazie a Vittorio Pera e Simone De Paolis, grandi ragazzi. I miei calciatori, che dirvi. Avete sempre lottato per me come i leoni, fino all'ultimo istante. Un orgoglio avervi avuto al mio fianco in ogni battaglia, pronti a darmi il cuore e l'anima e sacrificarvi per i colori rossoneri. Vi ringrazio ad uno ad uno, nominando Il capitano storico di questo club Matteo Amici ed il vice Roberto Galeazzi. Ora dovete raggiungere l'obiettivo della stagione con tutte le forze e cioè la salvezza della categoria, che è il livello minimo per questa città che ha una storia calcistica di altissimo spessore e che merita di tornare tra i professionisti. Un grazie speciale alla mia famiglia, mia moglie Stefania e i mie figli Lorenzo e Simone, primi miei tifosi. Credo e spero di non aver dimenticato nessuno, ma rileggendo attentamente vedo che ci siete tutti. 

Per sempre vostro
Mister Battistelli Antonio

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni