Cerca

società

Indomita Pomezia: Marco Ridolfi è il nuovo direttore tecnico

Le prime parole del dirigente: "Qui per portare l’Indomita in alto grazie ai giovani del territorio"

24 Marzo 2022

Ridolfi

Marco Ridolfi (Foto ©Unipomezia)

Un profilo di alto rilievo approda nella compagine giallonera, con ambizioni e obiettivi ben delineati. Marco Ridolfi ha vissuto la sua vita sui campi di calcio sin da giovane, infatti ha calcato palcoscenici abbastanza importanti vestendo la maglia dell’AS Roma, con cui ha vinto anche uno scudetto con gli Allievi Nazionali nel 1981 e anche la maglia della primavera del Latina.
La sua attività con ruoli di responsabilità comincia proprio a Pomezia, ricoprendo il ruolo di Responsabile del Settore Giovanile del Selva dei Pini ad inizio degli anni 2000. È passato dalle parti del Racing Club a fianco di Sandro Tavolieri dove è riuscito a conquistare la categoria “Elite” con i giovanissimi per poi approdare nel professionismo ad Aprilia dove ha avuto la responsabilità di gestire tutte le categorie nazionali per ben 6 anni, diventando campione d’Italia con la Juniores Nazionale e ricoprendo anche il ruolo di Direttore Generale della prima squadra in Lega Pro e Serie D. "Grazie all’esperienza e la fiducia riposta in me dal Presidente Pezone ho acquisito il massimo in termini di esperienza e responsabilità" – ha dichiarato Ridolfi.
È storia recente l’approdo in Serie D da Direttore Generale dell’Unipomezia del Presidente Valle, dove ha ricoperto il ruolo anche di Responsabile del Settore giovanile. Nonostante le richieste provenienti da società molto più blasonate di categorie superiori, Ridolfi non ha avuto dubbi ad accettare la proposta dell’Indomita Pomezia dove "ha ritrovato vecchi amici come Massimiliano Ricci, Gianni Di Canio e Fabio Medei". "Sono felicissimo di sposare un progetto così ambizioso, già iniziato da Ricci qualche anno fa, che coniughi le speranze dei giovani calciatori del territorio con le esigenze della prima squadra. Porteremo avanti l’importante dualismo che ci deve essere tra prima squadra e giovani del territorio – continua Ridolfi – perché vogliamo che trovino un ambiente sano dove crescere e maturare anche come persone. Infine – conclude Ridolfi – la scelta di approdare all’Indomita è stata dettata dalla stima reciproca che c’è tra me e il mister Aiello e la famiglia Padula, punto riferimento storico della città. Su Ridolfi si è espresso anche Massimiliano Ricci: "Arriva un amico serio e competente, che saprà sicuramente dare un valore aggiunto a quest’ambizioso progetto che va avanti da qualche anno. L’Indomita Pomezia ha scalato le categorie dilettantistiche, dalla Prima Categoria all’Eccellenza in soli due anni con tantissimi giovani del territorio, con la figura di Marco Ridolfi vogliamo crescere ancora di più in termini di risultati senza cambiare la natura del progetto".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE