Cerca

dopo gara

Colleferro, la gioia di Amici: "Il gol più importante di sempre, ci ha dato la scossa"

Il capitano ha timbrato il momentaneo 1-1 nel play out ad Arce dando il via alla grande rimonta dei rossoneri 

09 Maggio 2022

Amici

Il capitano del Colleferro, Matteo Amici (Foto ©Leonardo Pera)

Alla fine è arrivato l'epilogo più bello. Il Colleferro giocherà in Eccellenza anche nella prossima stagione, grazie alla grande prova di orgoglio e carattere nel play out del "De Santis" contro l'Arce. Sotto di un gol e di un uomo, la compagine rossonera ha dato fondo a tutte le energie fisiche e mentali rimaste a disposizione, ha raschiato il fondo del barile con la consapevolezza di dover per forza vincere per evitare la retrocessione, risorgendo letteralmente nella ripresa confezionando un'impresa a tutti gli effetti: Arce ribaltata e salvezza in tasca a mettere la parola fine su una stagione dispendiosissima come afferma il capitano Matteo Amici, l'autore del gol del pareggio momentaneo: "È stata una stagione complicata. Dopo aver battuto il Ferentino in casa nel girone di andata eravamo nella parte alta della classifica e si pensava di poter ambire a qualcosa di più rispetto alla salvezza. Invece dopo ci sono state sette partite senza vittorie e siamo scivolati in fondo. Siamo rimasti uniti e abbiamo fatto un grande finale di stagione che però ci ha condannato a giocare il play out fuori casa. La vittoria di ieri è stata la dimostrazione del valore di questo gruppo che ha in rosa giocatori importanti. Vincere in rimonta dopo essere passati in svantaggio e con un uomo in meno per un'ora dà ancora maggiore soddisfazione e spessore alla salvezza che abbiamo conquistato. Senza dubbio è il gol più importante da quando gioco perché eravamo con le spalle al muro e il tempo stava quasi per finire, è stata la scintilla che ci ha permesso di vincere la partita addirittura nei 90 minuti. Aver contribuito a salvare il Colleferro è una grande gioia perché dal punto di vista personale è stata una stagione difficile in cui i problemi muscolari mi hanno tormentato dall'inizio e non mi hanno permesso di rendere come avrei voluto e dovuto. Sul finale di stagione però ho trovato finalmente continuità e ho iniziato a dare il contributo che avrei voluto dare dall'inizio. Infine vorrei ringraziare i tifosi per il supporto che ci hanno dato ieri perché eravamo in inferiorità numerica, il loro calore ha pareggiato il numero di uomini in campo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE