Cerca

play off

Le pagelle di Pomezia - Lupa Frascati: Santi la decide, spagnoli flop dal dischetto

Il portiere si prende la palma del migliore in campo. Bene anche Citro e Tordella. Nei rossoblù pesa la mira non perfetta di Cano e Otero

11 Maggio 2022

Santi

Matteo Santi migliore in campo (Foto ©Cervera)

POMEZIA 6.5 

IL MIGLIORE Lahrach 7 Sul pezzo per tutta la partita, nel primo e nel secondo tempo e in tutte e due le fasi. Tantissimi i cross messi per gli attaccanti rossoblù, riesce sempre a trovare il varco per creare la superiorità numerica. 

Pinna 6 Schierato a sorpresa, non corre particolari pericoli e di fatto non è quasi mai impegnato. Ordinaria amministrazione (48’st De Angelis 6) Entra per dare qualcosa in più contro i tiri dal dischetto. Ne para uno soltanto. 

Cardinali 6.5 Contro Pagliaroli si comporta molto bene, lo tiene e ne limita di molto le sue potenzialità. 

Fiorentini 6 Inizia benissimo sbagliando zero. Poi qualche pallone lo calibra male e soprattutto in un’occasione rischia di far ripartire la Lupa.

Bianchi 6.5 Gara attenta e pulita. Non va mai in difficoltà e non rischia nulla. I tre dietro sono collaudatissimi (47’st Celli 6) Da buon rigorista entra a partita quasi finita ripagando la mossa del proprio allenatore.

Passiatore 7 Insuperabile anche lui, il solito muro. Elegante anche nelle uscite anche se a volte esagera un pò. Freddo dal dischetto. 

Otero 5.5 Peccato per il calcio di rigore fallito che pesa come un macigno. Nell’arco dei 90’ aveva disputato un match apprezzabile. 

Lo Pinto 6 Scaricamazza non vuole rinunciarci. Gioca un’ora con il coltello tra i denti seppur fisicamente non al massimo. (18’st Ruggiero 6) Entra e rischia subito di mettere il suo nome sul tabellino dei marcatori. Dà sostanza e qualità.

Massella 6 Lo braccano e lo tengono sotto stretta osservazione, e fanno bene. Quando ha il tempo e lo spazio sfiora per due volte la rete. 

Cano 5.5 Non è il pomeriggio degli spagnoli. Prima di Otero è lui a sbagliare dal dischetto facendosi ipnotizzare da Santi. 

Gallo 6.5 La spinta c’è, il ripiegamento anche. Prestazione di sostanza per l’esterno del Pomezia come spesso è stato anche in campionato. (29’st Manga sv)

ALLENATORE Scaricamazza 6 La mossa del portiere lo tradisce. Nei 90’ è comunque lui a creare più situazioni pericolose. 

LUPA FRASCATI 7 

IL MIGLIORE Santi 7.5 E’ lui il protagonista nella lotteria dei rigori. Domenica gli era andata male, oggi si prende la rivincita con due parate fondamentali. La Lupa è in corsa anche e soprattutto grazie a lui. 

Ferraro 6.5 Inizia in sordina, poi cresce con il passare dei minuti prendendo le contromisure agli attacchi di Gallo prima e Manga poi. 

Molinari 6.5 Una stagione fin qui da vera rivelazione. Altra prova di grande carattere prima di tutto, poi nel suo ruolo resta uno dei migliori. 

Paolelli 6.5 Non fa rimpiangere Montella. Può considerarsi anche lui un titolare perché quando gioca dà sicurezza ai propri compagni. 

Citro 7 Cuore e polmoni dei castellani. Corre per quattro, non si ferma mai. I crampi nel finale dicono che ha speso tutto e di più. (44’st Panella sv)

Pagliaroli 6 Viene sostituito stremato, ciò significa che ha corso tanto anche se non è riuscito a trovare la fiammata decisiva (39’st N. Muzzi 6) 9 minuti non gli bastano per incidere sul match. Quando va sul dischetto non sbaglia. 

Lalli 6.5 La staffetta con Panella dimostra che in cabina di regia sono due gli interpreti. Smista bene il gioco per i castellani e segna il calcio di rigore.

Sebastiani 6 Pace gli affida il peso dell’attacco, ma la punta non trova spazi anche per merito dell’attenta difesa di casa. Prova comunque generosa. (10’st R. Muzzi 6) Il cambio non dà il risultato sperato per i restanti 35 minuti, dal dischetto fa gol. 

De Vita 5.5 Lontano parente del giocatore che fatto fuoco e fiamme al primo turno. Stavolta non trova la giocata venendo sempre contenuto. (18’st Pompili 5) Non si accende e sbaglia anche il suo rigore. Giornata no. 

Tordella 7 Protagonista nel centrocampo ospite. Spesso è lui a far ripartire l’azione confermato tutto ciò di buono che si dice sul suo conto. 

ALLENATORE Pace 7 Chi di rigore perisce stavolta ferisce. Imposta ancora il match per rischiare il meno possibile trascinando il match oltre il 90’. Nell’undici iniziale risparmia due giocatori importanti come Panella e Ramon Muzzi, comunque ben sostituiti. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE