Cerca

l'intervista

E' un Città di Cerveteri da primato: Teti e Palermo analizzano il momento

L'attaccante ed il centrocampista commentano l'avvio di stagione più che positivo della formazione di Ferretti

20 Settembre 2022

E' un Città di Cerveteri da primato: Teti e Palermo analizzano il momento

Alessio Teti, bomber del Città di Cerveteri

Sette punti (quattro ufficiali), sei reti all’attivo, solo due al passivo. Il Città di Cerveteri teoricamente sarebbe in testa al girone A, in coabitazione con l’altra rivelazione del raggruppamento: quel Centro Sportivo Primavera che, proprio al Galli, è stato di scena, impattando, otto giorni fa. La vittoria ottenuta al Tamagnini assume in casa verde azzurra i toni dell’impresa vera e propria. "Sapevamo -racconta Alessio Teti autore di una doppietta contro i civitavecchiesi- di dover scalare una montagna ma eravamo anche consapevoli dei nostri mezzi, alla vigilia". In effetti il Città di Cerveteri ha mostrato sin da subito il piglio giusto per sfidare una squadra top come il Civitavecchia che era partita poi,  decisamente a razzo (due goal, uno annullato nei primi undici minuti). "Concentrazione -prosegue Teti- determinazione e spirito di sacrificio sono stati gli ingredienti che ci hanno consentito di intraprendere la gara con coraggio anche dopo essere andati sotto nel punteggio". Feeling col gol innato per il numero 9 romano e, intesa con Gianluca Toscano subito ottima. "Ero al rientro da un guaio di natura muscolare. La motivazione a far bene era veramente tanta. In occasione del secondo goal emerge chiaramente la sintonia instaurata sin da subito tra me e Gianluca (Toscano ndr). Personalmente sono veramente felice per come sono andate le cose a Civitavecchia. Resto comunque umile e voglioso di migliorarmi, a partire dal prossimo allenamento". Una gran partita l’ha disputata anche Emanuele Palermo che, a Civitavecchia, tornava da ex: ha indossato la maglia nero azzurra in D. "La crescita e la consapevolezza del Città di Cerveteri -racconta Palermo- nasce nel momento in cui si è intrapreso un discorso insieme al mister attuale. Marco Ferretti ha creduto fortemente nelle nostre potenzialità sin dal suo insediamento. Eravamo una squadra già spacciata ma invece di stare in Promozione, ora eccoci qua, protagonisti di una partenza decisamente lanciata, in un campionato poi che, col ritorno ai due gironi, è indubbiamente più competitivo". Campagna acquisti oculata, avvicendamenti calibrati e soppesati da dirigenza e tecnico: pochi ingredienti quindi ma inseriti nel momento giusto, al punto giusto. "Sì, Morbidelli è stato avvicendato con Toscano: sono entrambi calciatori di spessore, con caratteristiche diverse però. Per il resto siamo più o meno gli stessi ma la mentalità ora è tipica di una squadra che sa sempre  quello che vuole". In testa al girone A c’è una rivelazione, tecnicamente anche il Cerveteri che, dunque, ora soprattutto, dopo il tris rifilato al quotatissimo Civitavecchia, può guardare a nuovi orizzonti. "Questo non lo so -conclude il forte ed esperto playmaker romano- però ti posso dire che noi non temiamo nessuno. Ce la possiamo giocare con tutti e, nelle nostre condizioni, è bello oltre che salutare, pensare partita dopo partita". L’eco di un prossimo ed eccitante big match, da vivere al Galli, con la Campus Eur già rimbomba nella testa di chi, ama le storie calcistiche fatte di sudore e competenza.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE