Cerca

L'INTERVISTA

Unipomezia, Rosati "Stiamo costruendo rose competitive"

Il responsabile del settore giovanile pometino, commenta la stagione archiviata e guarda alla prossima con ottimismo

16 Luglio 2018

Unipomezia, Giovanni Rosati, ©Unipomezia

Unipomezia, Giovanni Rosati, ©Unipomezia

Unipomezia, Giovanni Rosati, ©Unipomezia

Una stagione molto positiva alle spalle. Un'altra che si preannuncia avvincente da affrontare. L'Unipomezia è già al lavoro per mettere a punto formazioni giovanili competitive nei prossimi campionati regionali e provinciali.  Giovanni Rosati, responsabile del settore giovanile pometino, vuole alzare l'asticella e si aspetta risultati importanti. 

#Oltreognilimite, i cuori dei giovani rossoblù sono carichi sin dai primi raduni e pronti a dare tutto per la maglia.


Stagione archiviata: aspettative rispettate per il settore giovanile?

"La stagione appena conclusa è stata notevolmente positiva sia dal punto di vista degli iscritti e dell’andamento dell’anno calcistico del settore giovanile. Buoni riscontri anche dal punto di vista organizzativo, di comportamento e di gestione dei gruppi sia di allievi e dei giovanissimi. A livello di risultati con i 2002 abbiamo centrato la salvezza, con i 2001 abbiamo chiuso la stagione senza problemi di rispetto ed educazione all’interno del nostro centro sportivo. Abbiamo perso i giovanissimi regionali fascia A 2003 abbiamo avuto grandissime difficoltà a livello di numeri e organico, prendendo ragazzi anche fuori Pomezia, ma hanno portato avanti la stagione anche con la possibilità di salvezza, però purtroppo abbiamo perso la categoria. Sul fronte della scuola calcio ci sono stati grandissimi risultati a livello di gestione grazie anche all’apporto di Oliviero Feliciani. Per i risultati complessivi della società nella stagione 2017/2018 sono stati fondamentali i ruoli ricoperti dal preparatore atletico Giacomo D’Alessandro, dal preparatore tecnico Francesco Bianchi, entrambi confermati per la prossima.

La stagione ha rispettato le aspettative e anche il Presidente è stato molto molto soddisfatto in particolare a livello organizzativo e comportamentale, a livello di settore giovanile sapevamo che sarebbe stato un anno difficoltoso nella composizione delle rose e di transizione".


Presupposti per i campionati che verranno?

"Per la prossima stagione cercheremo di alzare molto l’asticella, sotto l’aspetto dei risultati. Abbiamo fatto capire a chi fa gli stage con la nostra società che siamo una società dove il Presidente guarda molto a come un atleta indossa la tuta e la divisa che rappresenta e c’è un regolamento interno necessariamente da seguire. Oggi avremo un altro stage per la Juniores, sono già venuti una cinquantina di ragazzi e sono arrivati in prova anche alcuni da fuori provincia; stiamo costruendo una rosa molto competitiva. Si è capita la serietà della nostra società e i ragazzi vogliono far parte del nostro progetto".


Avete già definito i ruoli nello staff tecnico? Conferme e novità?

"Nel settore agonistico Giacomo Celentano sarà l’allenatore della Juniores élite e ricoprirà anche il ruolo di secondo di Enrico Baiocco nella prima squadra. La juniores verrà seguita anche da Baiocco con il preparatore atletico della prima squadra. Renato Cera sarà il preparatore portieri di tutto il settore agonistico. Domenico Lo Russo ha lavorato benissimo negli Allievi Regionali Fascia B ed è stato confermato perché ha svolto un lavoro eccellente nella scorsa annata. Davide Gangemi, ex tecnico degli Allievi élite della Pro Roma, allenerà i giovanissimi 2003: è la persona giusta, mister di livello e di esperienza per far compiere il cambio di passo a questo gruppo, dove penso che non ci saranno i problemi riscontrati la stagione passata. Ho riportato giocatori che l’anno scorso hanno disputato l’élite al Racing, all’Aprilia e al Fondi, per farlo diventare il gruppo più importante della società per combattere per scenari più importanti della classifica: su questa squadra puntiamo molto e i ragazzi già dai primi incontri con Mister Gangemi hanno capito che possono fare e dare di più.

Nei Giovanissimi Fascia A 2004 ho confermato Mauro Riccio, arrivato nelle zone alte della classifica nel campionato concluso, abbiamo aggiunto qualche elemento e punteremo al titolo per riprenderci immediatamente i regionali. I fascia B 2005 a Paolo Intelligenza, da anni fa parte della nostra società e ha sempre lavorato sui ragazzi della scuola calcio con gli esordienti, un mister molto valido con una presenza e una passione costante all’interno del centro sportivo. Nelle giornate di stage per la juniores grazie a lui ho visto una presenza di ragazzi impressionante dal quale sono usciti ventidue ragazzi di livello. Tornando ai Giovanissimi Fascia B ci credo molto e vorrei cercare di portare a casa qualche titolo o qualche categoria regionale".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE