Cerca

Scuola Calcio

Polisportiva Carso, Rubba: “Una scuola calcio a misura di bambino”

Il responsabile del settore di base nella società biancoazzurra ci racconta come si svolge il lavoro di istruzione per i piccoli calciatori

06 Novembre 2019

Mauro Rubba, responsabile scuola calcio

Mauro Rubba, responsabile scuola calcio

Mauro Rubba, responsabile scuola calcio

Una scuola calcio che sia a misura di bambino ed anche ricca di eventi volti all’unione ed all’aggregazione di ragazzi e genitori. Sono questi gli aspetti che stanno più a cuore a Mauro Rubba, il responsabile del settore pre-agonistico della Polisportiva Carso. “Siamo una società piuttosto grande nella zona pontina - esordisce Rubba -, soprattutto perchè abbiamo tutte categorie in Elite a livello agonistico, ma nonostante questo la nostra scuola calcio segue e rimane sui canoni richiesti dalla FIGC. Quello che ci preme di più è dare seguito agli insegnamenti dei genitori; gli allenatori sono dei veri e propri educatori, dotati inoltre di grandi competenze, ed il loro compito è quello di far crescere i bambini sia sotto l’aspetto calcistico, sia sotto il punto di vista umano, in un ambiente sano e pulito”. Di seguito il discorso del responsabile passa più nello specifico ad analizzare il buon lavoro svolto dai vari istruttori: “Come detto abbiamo tutti istruttori qualificati e competenti nel loro mestiere. Ci tengo a menzionarli perchè il nostro lavoro non sarebbe ugualmente efficace senza di loro: per quanto riguarda i ‘piccoli amici’ abbiamo due gruppi, uno guidato dal professor La Notte, che allena anche i ‘primi calci’, ed un altro curato da Mattoccia; infine i ‘pulcini’ sono affidati al sig. Rossi. Tutti gli allenamenti che svolgono questi istruttori si tengono al ‘La Siepe’, un centro sportivo ben attrezzato ai piedi di Borgo Carso, dotato di tutti campi in erba sintetica. Tutti i gruppi sopracitati svolgono due allenamenti settimanali più una partita nel weekend, eccezion fatta per la categoria ‘pulcini’ nella quale gli allenamenti salgono da due a tre alla settimana. In queste sedute - continua Rubba - il lavoro svolto cambia in base all’età dei bambini. Per i ‘primi calci’ ed i ‘piccoli amici’, ad esempio, l’allenamento è di tipo ludico-motorio, nel quale i ragazzi vengono coinvolti in giochi di avvicinamento al calcio nei quali si curano gli schemi motori di base e le capacità percettive; dai ‘pulcini’ invece ci si specializza di più iniziando a badare anche agli schemi di gioco ed al gesto tecnico per far si che i bambini arrivino ad apprendere al meglio tutti i fondamentali del calcio”. In chiusura il responsabile del settore di base fa un resoconto sul lavoro svolto: “Siamo molto soddisfatti di quello che riusciamo a fare, sia sotto il punto di vista di struttura societaria, sia sotto quello organizzativo e dei servizi offerti alle famiglie sotto il punto di vista didattico e pedagogico. Inoltre organizziamo numerosi eventi aggregativi per dare la possibilità ai ragazzi, ma anche ai genitori, di interfacciarsi. Tutto questo contribuisce a rendere la Polisportiva Carso una famiglia allargata”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE