Cerca

L'INTERVISTA

L'Atletico Monteporzio sposa il progetto 1vs1 Soccer Academy

Il tecnico della società biancorossa ci presenta il progetto e la collaborazione con l'importante accademia calcistica

05 Marzo 2020

Stefano Speziale e Fabrizio Terenzi

Stefano Speziale e Fabrizio Terenzi

Stefano Speziale e Fabrizio Terenzi

Un connubio importante dettato dalla necessità di un ritorno alle “origini”, ma anche di uno sviluppo in termini di strumenti e metodologia di lavoro. Sono questi i principali motivi che hanno portato l’Atletico Monteporzio a sposare il progetto della 1vs1 Soccer Academy, come ci rivela Stefano Speziale, che in un’intervista ci ha parlato dell’importanza e dei risvolti positivi che questa accademia sportiva porterà al club biancorosso: “La nostra società ha investito su un progetto che potesse dare uno strumento aggiuntivo agli allenatori e che potesse fornire a tutti i ragazzi quel qualcosa in più per apprendere in maniera diversa dal solito. E’ un'unione che fa bene a tutti: i mister sono nelle condizioni di svolgere un lavoro produttivo ed alternativo, mentre i ragazzi hanno la possibilità di sviluppare le loro qualità con una metodologia di lavoro all’avanguardia ma che, in qualche modo, che strizza l’occhio al passato. Ci piaceva l’idea che questo tipo di allenamento calca quello che era la vecchia tipologia di allenamento; un tempo bastavano un pallone ed una strada per allenarsi, cosa che ora non c’è praticamente più. Con dei semplici, ma giusti, strumenti i ragazzi riescono ad apprendere molto ed a crescere in maniera stimolante. Sarà un valore aggiunto per tutti i membri di una società che ha voglia di crescere e migliorarsi per dare qualcosa in più ai tanti iscritti, che ad oggi sono circa 130”. Di seguito il tecnico passa a parlare più nello specifico dei vantaggi che la 1vs1 porterà ai giovani calciatori in termini pratici: “Andare ad allenarsi con le paretine sono certo che può dare un segnale fortissimo ai ragazzi che riusciranno ad apprendere che basta poco per sviluppare le loro capacità ed in qualche modo sono convinto che un ritorno alla semplicità possa essere uno strumento importante per farli staccare dalla play-station. La 1vs1, con le sue metodologie di lavoro, dà la possibilità di allenare alcuni gesti tecnici con maggiore intensità. Ci sono alcuni parametri - continua Speziale - che aiutano molto al progredire dell’apprendimento individuale; una giusta ripetizione dell'esercizio dà infatti l’opportunità al ragazzo di migliorarsi anche a livello di postura e questo di conseguenza provoca una netta riduzione nel tempo di esecuzione della giocata che può servire, ad esempio, a creare una superiorità numerica in campo. Il 23 marzo quattro dei nostri allenatori andranno a seguire il primo corso per acquisire le nozioni che possano aiutarli ad utilizzare in sede dall’allenamento le nuove strumentazioni. Siamo molto soddisfatti di questo progetto che il nostro presidente, Fabrizio Terenzi, ha ritenuto un step fondamentale al fine di migliorarci come società e migliorare il servizio offerto agli iscritti”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE