Cerca

L'intervista

Setteville, Crispo: "Siamo vicini a tutti i nostri ragazzi"

Il responsabile della scuola calcio tiburtina spiega tutte le iniziative portate avanti in questo periodo di quarantena

23 Marzo 2020

Antonio Crispo e Donato Olivieri

Antonio Crispo e Donato Olivieri

Antonio Crispo e Donato Olivieri

In questo momento difficile per la vita del nostro paese, sono tante le iniziative che il Setteville sta prendendo per stare vicino ai suoi ragazzi, anche in assenza del campo, per non lasciarli mai soli. Un rapporto stretto quello che lega il club tiburtino ai tutti i suoi giocatori. Un rapporto che va dalla prima squadra, fino alla scuola calcio. Antonio Crispo, responsabile dell'attività di base, ci spiega in che modo i piccoli campioni stiano vivendo queste settimane: “Siamo costantemente in contatto con i ragazzi e con le loro famiglie. Vogliamo far sentire la nostra vicinanza ai nostri piccoli giocatori per dare loro anche qualche consiglio. Per fortuna sono quasi tutti di queste zone ed in molti hanno un villino con uno spazio verde sul quale poter giocare assieme ai genitori”. Non solo questo: “Stiamo effettuando anche diverse video chiamate con 2-3 ragazzi alla volta per provare a dargli un po' di normalità e fare sentire l'amicizia e tutti gli affetti che sono abituati ad avere durante l'anno negli allenamenti”. Un piano di lavoro condiviso ad inizio emergenza con tutti i mister e gli istruttori proprio per capire quali strumenti poter utilizzare. I bambini, però, stanno dimostrando maturità: “Abbiamo dei ragazzi eccezionali e, molto spesso, sono loro ad insegnare a noi. Hanno capito quello che devono fare: si lavano le mani, mantengono la distanza di un metro. Insomma una volta assimilate le regole le mettono in pratica con grande scrupolo. Forse siamo noi adulti a farlo di meno. In questo momento possiamo solo restare a casa e pregare affinché questo momento delicato passi il prima possibile”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE