Cerca

L'intervista

Cecchina, Ragnacci e Centioni salutano: "Grazie a tutti"

Il responsabile della segreteria e il direttore generale lasciano il club dopo sei anni trascorsi insieme: "Una splendida avventura"

17 Giugno 2020

Centioni e Ragnacci

Centioni e Ragnacci

Centioni e Ragnacci

Dopo ben sei anni trascorsi insieme è tempo di saluti tra la Pro Calcio Cecchina e Francesco Ragnacci, responsabile della segreteria agonistica, e Aldo Centioni, direttore che ha ricoperto svariati incarichi nel corso del tempo. È stata un'esperienza e un'avventura che i due non dimenticheranno. "Vorrei salutare i ragazzi della prima squadra, quelli della Juniores e quelli del Calcio a cinque", commenta Francesco Ragnacci, "tutti nuovi amici e fratelli che ho incontrato. Queste le tre squadre con le quali ho avuto il piacere di 'scendere in campo', condividendo emozioni e momenti bellissimi. Oltre a loro ci tengo a ringraziare le persone che hanno creduto in me, come il presidente Roberto Checchi, Ivano Recine, consigliere della società, Gianni Borgianni, socio nonché mio collaboratore in questi sei anni fantastici: tutte persone dal cuore d'oro. Qui a Cecchina ho avuto la fortuna di crescere sotto l'ala del mio papà sportivo, Aldo Centioni, che ringrazio pubblicamente e abbraccio. Purtroppo però ogni favola bella giunge prima o poi alla fine. Quando ci si divide penso che le cause e le colpe siano da spartire fra più persone, ma diciamo che alla fine tutto è frutto di una mia decisione personale, che prescinde, mi preme specificare, dalla contemporanea separazione del club con Aldo Centioni. Ho creato dei rapporti fantastici e penso di aver dato il mio contributo a creare un ambiente speciale e famigliare, togliendoci anche soddisfazioni sportive importanti come la vittoria del campionato di Seconda categoria. Abbiamo vinto numerose coppe disciplina, portato l'Elite per la prima volta a Cecchina e tanti altri piccoli, grandi traguardi. Lascio il club con la consapevolezza di aver dato tutto per la società. Una consapevolezza confermata dai tanti messaggi che ho ricevuto da genitori e giocatori in questo periodo. Il mio vuole essere un arrivederci, non un addio: si vedrà. Il futuro? Questo sport è la mia passione, resto alla finestra in attesa di sviluppi, sperando che questi mi vedano di nuovo protagonista nelle stanze di una segreteria e, perché no, all'interno del fantastico rettangolo verde. Faccio un grosso in bocca al lupo al presidente Checchi, augurandogli ogni tipo di successo".


Anche il direttore Aldo Centioni ci tiene a dire la sua, dopo tanti anni trascorsi a Cecchina. "È giunto alla fine il mio rapporto di collaborazione con la A.S.D. Pro Calcio Cecchina dopo sei stagioni sportive passate insieme, che mi hanno visto ricoprire molteplici incarichi, da Direttore Organizzativo a Direttore Generale a responsabile dei rapporti con la F.IG.C. e per ultimo Responsabile Tecnico della prima squadra e Juniores d’Elite. Voglio salutare con profondo rammarico tutti gli addetti della società: purtrppo per motivi personali e di lavoro, considerando la distanza da Roma divenuta un po’ pesante, non ho la pssibilità di continuare. Mando un abbraccio carissimo in particolar modo al mio amico Gianni Borgianni, al mio collaboratore diretto Francesco Ragnacci e Mister Patrizi con cui ho diviso la gioia di un campionato vinto di Seconda categoria. Auguro alla società le migliori fortune calcistiche con la speranza di, passata questa pandemia, incontrarci presto sui campi di calcio".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE