Cerca

la rubrica

Staff tecnici, Testa dà i voti alle scelte dei club

Il presidente del Tor di Quinto valuta l'operato di alcuni club romani in questo periodo a livello di organigramma

16 Luglio 2020

Massimo Testa ©Lori

Massimo Testa ©Lori

Massimo Testa ©Lori

Schietto e diretto come sempre Massimo Testa, presidente del Tor di Quinto. Il massimo dirigente di via del Baiardo non poteva mancare per il nostro consueto appuntamento con le pagelle del settore giovanile. Prima pero` un punto sul suo club: "La nomina di Riccardo a ds e` un segnale di continuita`. Lui ha doti manageriali importanti, sono sicuro che fara` bene. La costruzione delle squadre procede bene: siamo competitivi con ogni gruppo".


Accademia Calcio Roma, voto 7

"E' una societa` giovane, a cui va dato il tempo di crescere. Devono maturare ancora poi si vedra` dove arriveranno o se vinceranno qualcosa. Al'interno della societa` c'e` gente con grande passione come il suo presidente. Una bravissima persona".


Lodigiani, voto 10

"La piu` grande cosa che ha fatto la Lodigiani e` cambiare lo staff tecnico. L'addio con Pichierri la definirei una cosa indovinata. Patrizio Melfa? Mi dicono essere un giovane, ma non lo conosco. Gli bastera` mettersi fermo sotto ad un pino per fare meglio di chi c'era prima...".


Romulea, voto 10

"Sarei meravigliato se facessero un brutto campionato. Hanno la fermata della metro proprio li` vicino, i giocatori gli arrivano da tutte le parti e poi rimarra` sempre una delle societa` piu` affascinanti del Lazio. Al presidente gli voglio bene: mi dicono sia bravo anche a ballare"


Savio, voto 9

"La societa` scegliendo la linea verde ha fatto benissimo. A mio giudizio Stigi non riesce ad allestire squadre competitive. Si presenta bene, ma e` poco pratico. Al Savio c'e` un certo Paolo Fiorentini. Credetemi, puo` fare tutto lui".


Tor Tre Teste, voto 8

"Se il voto dovessi darlo solo a Bruno sarebbe 2. I nostri tesserati sono stati tartassati e sono contento che qualcuno ci e` andato, cosi` potra` capire. Alla societa` do 8 perche` ci mette passione e coraggio. Bruno un giorno al TdQ? Impossibile. A me i direttori piacciono o tanto ciccioni o tanto alti".


Urbetevere, voto 3

"Il loro problema e` che ogni anno cambiano tanto e vincono poco. Le scelte sono sbagliate allora. Le societa` con tante persone nello staff poi non mi piacciono. Aumentano solo la "caciara" in tribuna durante le partite".


Vigor Perconti, voto 9

"Nuovi ingressi in societa`? Quando penso alla Vigor penso a Maurizio Perconti e al direttore Trobiani. Tutti gli altri sono nessuno. Angeloco- re voto bassissimo, non mi piace. Bellinati un giorno potra` diventare anche il presidente: e` uno che capisce il calcio giovanile e dilettante".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE