Cerca

L'intervista

Jem's, Caruso: "Sarà un'altra grande stagione di crescita"

Il presidente del club biancorosso fa il punto della situazione a breve distanza dalla ripartenza: la voglia di fare bene non manca di certo

04 Settembre 2020

Jem's, Caruso: "Sarà un'altra grande stagione di crescita"

Gianluca Caruso

Dopo la tempesta, anche se forte, esce sempre il sereno prima o poi. In casa Jem's finalmente il calcio sta sorgendo di nuovo: luminoso, bellissimo. Fremono i preparativi per la nuova e imminente stagione, con un presidente che, più che mai, ha voglia ed entusiasmo di riprendere e come lui, tutti i componenti della sua società. “Vedere nuovamente i bambini in campo è la cosa più bella e importante dopo questa disavventura mondiale: toccare la loro emozione nel tornare a incontrarsi e a giocare è un qualcosa di bello e prezioso, lo dico da padre, prima che da presidente”, commenta Gianluca Caruso, numero uno della Jem's. “Si torna in azione con la felicità e il sorriso di una volta. Anzi no: il sorriso, almeno nei nostri ragazzi è diverso, un sorriso più consapevole. Se il calcio prima era dato un po' per scontato, ora si può vedere distintamente che i nostri giovani hanno compreso la fortuna di poter praticare lo sport che amano. Le mie sensazioni? Sono positive, ho fiducia nel futuro perché credo che il sistema sportivo debba andare di pari passo con le scuole che, in quanto tali, non possono fermarsi a lungo: spero in una stagione più serena e tranquilla di quella da poco terminata”. Capitolo prevenzione e sicurezza: la Jem's non si è limitata a rispettare le direttive del protocollo. “Grazie al sistema di telecamere che avevamo installato nella nostra struttura per poter fare match analysis, stiamo mettendo in condizione le famiglie di assistere agli allenamenti da remoto, dall'auto o dalla propria abitazione, evitando così assembramenti sugli spalti: un'iniziativa accolta con grande consenso devo dire”. Sull'organizzazione delle giovanili agonistiche: “Anzitutto ci tengo a sottolineare con orgoglio che confermeremo la nostra prima squadra femminile, che tante soddisfazioni ci ha già dato nel suo primo anno di vita, la passata stagione. Abbiamo optato poi per un discorso molto semplice in agonistica: è stata data l'opportunità a chi gestiva la propria squadra da due anni, di scendere di una classe d'età. E così abbiamo mister Fratellani alla guida dei classe 2003 in Under 19, mister Germani con i 2004 in Under 17, mister Perrotta con i 2005 in Under 16, mister Moretti con i 2006 in Under 15 e mister Miraglia con i 2007 in Under 14. Germani e Miraglia come Bizzarro e Peretti, sono nostre scommesse uscenti dal mondo della scuola calcio, in cui crediamo molto”. Chiediamo al presidente Caruso su quale squadra giovanile si sente di scommettere un gettone come sorpresa dell'anno e quali sono le ambizioni per la nuova stagione. “Beh, considerando che Perrotta ha già vinto due campionati e che non c'è due senza tre... gioco il gettone su di lui e sui suoi ragazzi dell'Under 16, davvero un bel gruppo. Un gruppo che merita davvero di divertirsi, perché è rimasto unito e compatto anche con la prospettiva di fare i Provinciali. Il ripescaggio, arrivato all'ultimo, è stato veramente un grande premio per il loro senso di appartenenza. Ma in generale siamo molto contenti di tutte le nostre squadre, ci aspettiamo di vivere una bella stagione, come sempre produttiva per quanto riguarda l'evoluzione dei nostri ragazzi. L'ansia da risultato la lasciamo sempre agli altri, non ci appartiene, ma è chiaro che vogliamo continuare a crescere. Non possiamo che essere soddisfatti di poter militare, al terzo anno di vita, in tre categorie regionali, così come siamo contenti dei grandi numeri che abbiamo, sempre più in aumento. Abbiamo la consapevolezza di avere strutture e tecnici importanti, sappiamo di avere tutti i mezzi per poter ottenere il massimo. E anche questa stagione ci rimboccheremo le maniche per poter ambire a gioie sul campo ancora più grandi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE