Cerca

Scuola calcio

Fiano Romano, Rosari: "Faremo del nostro meglio"

Parola al tecnico dei classe 2008 del club: c'è tanta amarezza per lo stop, ma la voglia di crescere non manca

28 Ottobre 2020

Fiano Romano, Rosari: "Faremo del nostro meglio"

Luca RosariNuovo acquisto dello staff tecnico del Fiano Romano, Luca Rosari ha preso in mano le redini del gruppo dei 2008: una categoria molto delicata, poiché conduce i ragazzi che ne fanno parte al grande salto in agonistica. “Sì, sono arrivato quest’anno al Fiano Romano”, ci racconta l'allenatore, “e sono davvero felice di aver fatto questa scelta. Ringrazio innanzitutto il presidente Claudio Pacolini e il responsabile della scuola calcio Luca Ciriaci per l'opportunità che mi hanno dato, mi trovo davvero benissimo qui in questo primo periodo ed è merito anche di tutti gli istruttori che mi hanno accolto benissimo. Si respira un’aria molto positiva, la società punta molto sulla scuola calcio, il bene dei ragazzi viene messo al primo posto e questo è davvero fondamentale”. Una stagione non semplice questa che stiamo vivendo, già toccata dalle conseguenze del Covid: “È vero, è un’annata delicata, siamo di nuovo fermi ma non dobbiamo piangerci addosso, ma anzi fare in modo di dare il massimo per la crescita dei nostri ragazzi in un momento così difficile. Sinora abbiamo potuto disputare solo qualche amichevole, in cui siamo andati molto bene tra l’altro, prima di questa nuova chiusura. Ho un ottimo gruppo, merito anche dei mister l'hanno allenato negli anni precedenti. I ragazzi stanno dimostrando una forza di volontà e un impegno che non avevo mai riscontrato: sono bravissimi”. Riguardo l'obiettivo da perseguire: “Quello principale è preparare al meglio i ragazzi per il prossimo anno visto che disputeranno un campionato agonistico. Il salto dagli esordienti ai Giovanissimi non è mai facile, dovrò cercare di recuperare il tempo di inattività curando ogni allenamento con la massima attenzione, essendo un laureando in scienze motorie lavoro molto sulla coordinazione che secondo me è fondamentale per lo sviluppo dei ragazzi. Inoltre curo molto anche la parte tecnica, coadiuvato dal mister Federico Cipolloni, persona valida e professionale con il quale ho instaurato un ottimo rapporto sia dal punto di vista lavorativo che umano”. Il momento attuale è delicato: a questi bambini è stata tolta nuovamente la possibilità di svolgere partite. “Cerco di parlare il più possibile con i miei ragazzi durante gli allenamenti, mi piace molto confrontarmi con loro. Gli ho spiegato i motivi per il quale non possiamo fare le partite e naturalmente sono dispiaciuti ma comprendono la situazione. Considerando la salute un diritto fondamentale, credo che il sacrifico che tutti stiamo facendo in questo periodo ci aiuterà presto a tornare a calcare i campi di calcio per vedere i nostri ragazzi felici dopo aver segnato un gol”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni