Cerca

L'intervista

Massimina, Marano: "Ripartiremo più forte di prima"

Il presidente del club di via Casal Lumbroso dice la sua sull'attuale situazione dello sport e fa il punto su come la sua società si stia comportando

03 Novembre 2020

Massimina, Marano: "Ripartiremo più forte di prima"

Michele Marano

Ci ritroviamo purtroppo a vivere un triste déjà vu. In seguito al nuovo aumento di contagi, infatti, è stata presa la decisione di fermare nuovamente lo sport dilettantistico, almeno sotto il profilo dello svolgimento delle partite. Un grande dispiacere per tutti noi questo, che chiama ancora una volta le società sportive e i loro tesserati a compiere uno sforzo in più, continuando a rispettare le regole in attesa di poter tornare a giocare. Ne abbiamo parlato con il presidente del Massimina, Michele Marano. “Purtroppo questa pandemia mondiale non ci sta ancora dando tregua. Si sta cercando in tutti i modi di evitare che si espanda a macchia d'olio e noi, come Massimina, stiamo facendo di tutto per rispettare scrupolosamente i protocolli che ci sono stati indicati. Non a caso sono del parere che siamo riusciti a gestire nel migliore dei modi i pochi casi che abbiamo avuto qui, uscendone benissimo e maturando così, peraltro, maggior esperienza sul tema. Lo stop alle partite? Chiaramente è motivo di grosso dispiacere, ma è necessario. I nostri ragazzi lo stanno capendo: ieri abbiamo tentato il primo approccio dopo un'interruzione dovuta a quei casi sopraddetti e i ragazzi erano felicissimi di fare attività, nonostante le limitazioni che ci sono state imposte. Almeno siamo rimasti aperti e, da genitore, dico: bene così. Anche perché l'alternativa al servizio che offriamo noi società sportive sono i parchi, dove già abbiamo visto nella passata annata i nostri giovani giocare e assembrarsi senza alcun controllo. Qui da noi, invece, possono svolgere attività motoria al sicuro, anzi ci tengo a ringraziare tutto il nostro staff perché sta facendo davvero uno splendido lavoro in termini di sicurezza e prevenzione”. In conclusione, un messaggio per le famiglie e i genitori: “Mi sento di rassicurare tutti i nostri tesserati e amici. Già in questa stagione siamo ripartiti più forti che mai, portando figure dirigenziali di grandissimo spessore come Alessandro Paparella e Mauro Marinelli e non abbiamo intenzione di fermarci. Vogliamo crescere ancora e quando finirà questo stop saremo sempre qui, pronti per giocare e per formare uomini, prima ancora che calciatori.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE