Cerca

L'intervista

Settebagni, Pirisino: "Voglio tornare in campo, mi manca giocare"

Il trequartista della formazione di mister Brunetti si racconta tra passato, presente e soprattutto futuro

18 Gennaio 2021

Davide Pirisino

Davide Pirisino

Si tratta di uno degli elementi più interessanti della rosa del Settebagni. Trequartista nello scacchiere del tecnico Brunetti, giocatore di fantasia e qualità tecniche, a Davide Pirisino abbiamo dedicato un approfondimento nel gennaio dello scorso anno (Clicca qui per leggere l'articolo). "Dopo aver provato con altre società importanti di elite ho deciso di firmare per il Settebagni, mi trovo benissimo, siamo davvero un ottimo gruppo, i compagni mi hanno accolto al meglio e di questo sono veramente felice. Inizio dai ringraziamenti, citando il direttore sportivo Salustri e mister Brunetti, con il quale ho un bellissimo rapporto". Esordisce così Pirisino, che poi prosegue: "Negli ultimi anni ho avuto diverse esperienze con alcune società tra cui Real tuscolano, Pro Roma, Ponte di nona e Roma VIII. Da ognuna di queste ho imparato molto e credo di essere cresciuto come giocatore. Grazie alla Roma VIII, al presidente Virzi, al direttore tecnico Petricone, al direttore sportivo Dell'Uomo e a grandi allenatori come Brunetti e Di Julio, sono riuscito ad ottenere soddisfazioni personali in termini di gol. Mi auguro che, non appena finirà questa emergenza sanitaria, potrò fornire il mio contributo anche per i miei nuovi compagni. Sono un trequartista, mi piace molto giocare di fantasia, fare assist e cercare la porta, ma il mister sa che può contare su di me anche come ala sinistra, dove lo scorso anno ho realizzato 18 reti. Le mie caratteristiche migliori sono sicuramente la tecnica, il dribbling e le punizioni, ma so che devo lavorare tanto per migliorare dal punto di vista fisico". Pirisino prosegue raccontando di aspettative e desideri rispetto al nuovo anno: "Innanzitutto spero di ricominciare il prima possibile, mi manca troppo scendere in campo. Mi aspetto tanto da questo 2021, anche perché a 17 anni forse è arrivato il momento di prendere un treno importante, ma adesso penso solo a fare bene per la mia squadra e per i miei compagni, che stimo tantissimo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni