Cerca

l'intervista

Campus Eur, Giumbini: "Ora più che mai il divertimento è importante"

L'istruttore della scuola calcio bianconera: "L'importante ora è cercare di mantenere l'esercizio il più divertente possibile pur lavorando per incrementare costantemente le capacità tecniche dei ragazzi"

24 Gennaio 2021

Campus Eur, Giumbini: "Ora più che mai il divertimento è importante"

Campus Eur, Mirco Giumbini

A dar voce alla Scuola Calcio del Campus Eur è Mirco Giumbini, istruttore dei classe 2010 bianconeri: “I ragazzi sono abituati al contatto, in fondo il calcio si basa su questo tra 1 contro 1 e partitelle e perciò non è semplice gestire gli allenamenti in questo momento e con questi protocolli. Qui però sta anche alla bravura degli istruttori che devono individuare gli esercizi giusti per permettere ai ragazzi di continuare a divertirsi”. Lavorare ma senza perdere di vista il divertimento, il tecnico ci spiega perchè è un elemento più che mai importante: “I ragazzi tendono ad avere contatto, soprattutto nella scuola calcio, perciò noi istruttori dobbiamo stare sempre attenti, essere concentrati e garantire comunque il loro divertimento. Bisogna trovare soluzioni alternative al classico divertimento, che garantiscano di avere comunque numero elevato di presenze. Se i ragazzi non si divertono si rischia di trovarsi al campo con 4-5 elementi, lavorare diventa difficile sia per noi allenatori che per loro. Da questo punto di vista siamo molto contenti perchè abbiamo sempre riscontrato un buon numero di presenze agli allenamenti”. In chiusura Giumbini ci parla di quali secondo lui sono le soluzioni migliori che può adottare un istruttore in un periodo come questo: “Mai come ora è necessario trovare soluzioni alternative. Il mio consiglio è quello di concentrarsi sulla tecnica individuale, magari provando a sfruttare un momento come questo per migliorare la capacità dei ragazzi di calciare con entrambi i piedi. L'importante è cercare comunque di mantenere l'esercizio il più divertente possibile pur lavorando per incrementare costantemente le capacità tecniche dei ragazzi”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni