Cerca

l'intervista

Mundial, Bolletta: "Sabato bissiamo il grande evento con Giovanni Cervone"

Le dichiarazioni del preparatore dei portieri delle giovanili della giovane realtà capitolina

16 Febbraio 2021

Mundial Bolletta

Gabriele Bolletta, preparatore dei portiere delle giovanili della società romana (Foto ©Mundial FC)

Gabriele Bolletta, preparatore dei portieri delle giovanili della Mundial Football Club, si sta inserendo al meglio nel nuovo club e, dopo aver coadiuvato Giovanni Cervone al primo Stage di portieri al ‘San Francesco’, è pronto ad esserci anche al ‘Renato Fiorentini’ di La Rustica sabato 20 febbraio con tutti i giovani portieri del club ed altri numeri uno ad invito. Ecco le sue parole:

Gabriele, come procede il tuo lavoro alla Mundial Football Club sotto il profilo tecnico ed anche psicologico? Che reazioni stanno avendo i giovani portieri? "Posso ritenermi soddisfatto per questo inizio qui alla Mundial. La cosa più importante è offrire a questi ragazzi la possibilità di fare attività fisica, allenarsi con i compagni, uscire dalla routine della vita quotidiana soprattutto in questo periodo molto limitante. Ovviamente seguiamo rigorosamente tutte le norme sanitarie e la società è molto attenta in questo. Dal punto di vista meramente tecnico i portieri stanno migliorando, stiamo curando molto il situazionale, proprio perché non abbiamo la possibilità la domenica di scendere in campo, cerco attraverso gli allenamenti di proporre spesso situazioni che possono verificarsi in partita".

Recentemente la società ha organizzato un importante stage alla presenza di un esperto ex portiere come Giovanni Cervone e sabato si replicherà: quanto è importante imparare da questi professionisti di tale spessore? Cosa ti senti di dire in vista del secondo appuntamento e come giudizio sul primo? "Sabato sarà il secondo appuntamento con Giovanni Cervone al campo del La Rustica. È un appuntamento estremamente formativo sia per il sottoscritto che per i giovani portieri. La storia professionale e umana del mister Cervone non la scopro certamente io. La disponibilità che sta mostrando e la passione per questo ruolo e per i ragazzi sono da prendere come modello, oltre alla competenza assoluta che è scontato ma doveroso sottolineare. È stato anche molto disponibile nel darmi la possibilità di assistere ai suoi allenamenti nel corso della settimana e di questo lo ringrazio".

Quali sono secondo te le prospettive nel 2021 per il settore giovanile? Quanto è pericoloso questo stop anche sul piano sociale? "Speriamo di tornare al più presto, in sicurezza, ad incontrarci per i campi del Lazio. Il settore giovanile è la colonna vertebrale del calcio e va tutelato. Mi sento in dovere, essendoci dentro, di spendere una parola anche per le prime squadre, dalla Terza Categoria all’Eccellenza. È un periodo difficile, spero che dalla prossima stagione si possa tornare a fare calcio nella normalità e senza la paura di un nuovo stop, sembra purtroppo un pensiero utopistico. Lo sport è aggregazione, possibilità di evadere da situazioni e contesti difficili o più semplicemente uno sfogo per i ragazzi ma anche per noi ormai più grandi. Dal punto di vista sociale non è semplice,  siamo chiamati ad una responsabilità straordinaria. Se penso alle mie abitudini appena un anno fa mi rendo conto che ormai sono cambiate totalmente. Noi ragazzi, soprattutto in questo momento della nostra vita, dovremmo uscire, fare esperienze, conoscere persone nuove e allargare i nostri orizzonti. Tutto questo ora è impossibile, è dura, non è una situazione da sottovalutare da questo punto di vista".

Quale è la tua più grande speranza per il prossimo futuro? Quanto può crescere nei prossimi mesi la Mundial? "La mia speranza è quella che hanno tutti. Speriamo che con il vaccino si possa iniziare un percorso che ci permetterà di tornare ad una vita normale. Per quanto riguarda la Mundial vi assicuro che ha un progetto importante e sono sicuro che già nei prossimi mesi stupirà tutti".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE