Cerca

l'intervista

Futbolclub, Sacco: "Abbiamo continuato ad allenarci in maniera completa"

Le dichiarazioni del preparatore atletico della scuola calcio, che entra nel dettaglio della sua metodologia di lavoro

19 Febbraio 2021

Futbolclub Sacco

Manuel Sacco, preparatore atletico della scuola calcio (Foto ©Futbolclub)

Manuel Sacco, preparatore atletico del Futbolclub, ha parlato di come sta gestendo il lavoro con la scuola calcio, i cui elementi risultano molto coinvolti ed entusiasti in ogni allenamento, malgrado la situazione ad ora sia ancora ben lontana dalle ottimistiche aspettative degli scorsi mesi. Nell’attesa di nuove disposizioni, i piccoli blucerchiati non si fermano: “Anche se le circostanze non sembrano migliorare, abbiamo continuato ad allenarci in maniera completa sfruttando il lavoro individuale. Seguendo in particolar modo i Primi Calci, è stato fondamentale soffermarsi sugli aspetti relativi al proprio corpo, alle parti che lo compongono ed al loro funzionamento, il tutto rapportato al gioco del calcio, inoltre è importante dare la giusta attenzione all’aspetto comportamentale e sociale, che non dev’essere assolutamente trascurato in età così giovane – spiega il prof - Personalmente mi sono occupato molto degli allenamenti di tecnica individuale, includendo l’uso delle braccia e proponendo diversi schemi di gioco praticabili con le dovute distanze, cosa che spesso non viene praticata a questa età. Ho pensato di farlo perché mi sono accorto di aver a che fare con dei bambini decisamente avanti, che accolgono i miei consigli e con intelligenza e li mettono in pratica con attenzione, ed in pochi mesi ho visto molti miglioramenti, sia dal punto di vista tecnico che emotivo, infatti i bambini mostrano un crescente entusiasmo, manifestandolo anche a fine allenamento, quando si trattengono per chiedermi se hanno lavorato bene e come lavorare meglio. Con questa società stupenda abbiamo avuto modo di confrontarci anche con i preparatori tecnici della Sampdoria, che ci hanno spiegato come introdurre negli allenamenti situazioni che richiamassero i diversi scenari del gioco senza infrangere le regole sul distanziamento”. Mentalità, competenze ed entusiasmo, nella speranza che tutto torni presto alla normalità: “Dal 2021 mi aspetto ciò che speravo un anno fa, ovvero tornare in campo più forti di prima, soprattutto perché questo periodo è stato utile per farci scoprire nuovi metodi di lavoro e nuovi aspetti della nostra vita, e mi auguro che tutto questo possa essere messo in mostra sul campo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE