Cerca

l'intervista

Mundial, Corazzi: "Nella vita bisogna saper reagire alle difficoltà"

Il messaggio del supervisore tecnico del club romano, che esprime la sua opinione sul difficile momento e sul prossimo futuro

05 Marzo 2021

Mundial Corazzi

Il supervisore tecnico del club romano Paolo Corazzi (Foto ©MundialFC)

Il momento non è sicuramente semplice per nessuno ma, in casa Mundial Football Club, la parola d’ordine è "non abbattersi". Si va avanti e si cerca di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno come chiarito dal supervisore tecnico Paolo Corazzi: "Stiamo vivendo un periodo molto difficile in tutti i settori: salute, economia, istruzione e sport. Ne risentiamo tutti ma maggiormente i giovani che hanno voglia di divertirsi, socializzare e fare sport. Noi che insegniamo calcio sinceramente siamo in difficoltà perché di norma il lavoro settimanale ha come obiettivo la gara domenicale quindi abbiamo dovuto modificare il nostro lavoro dove in ogni seduta di allenamento una parte è dedicata al divertimento e lavoriamo molto sui singoli in tecnica, appoggi, postura ed una parte di allenamento ad esercitazioni tattiche e situazionali. Il lavoro principale però è soprattutto psicologico facendo capire ai ragazzi che nella vita bisogna reagire ed in fondo loro che fanno sport sono fortunati perché socializzano con i compagni, fanno sport all'aperto ed imparano con calma nozioni che gli saranno molto utili nel loro cammino calcistico". Un’attesa lunga che ci si augura verrà ripagata al più presto con una ripresa totale di tutte le attività: "I giovani rispondono bene ad ogni allenamento, la presenza è al 90%, questa nuova società la Mundial, nonostante sia nata in un periodo difficile, è davvero grande, c’è tanto entusiasmo, tante idee, tanti progetti come dimostra la realizzazione del docufilm. Sono sicuro che diventeremo una società di calcio di notevole importanza per il futuro, sono ottimista perché ora stiamo affrontando la pandemia con le idee chiare, dobbiamo avere pazienza ma presto riusciremo a sconfiggere questo maledetto virus ed apprezzare più di prima le cose semplici".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE